Nuovo dpcm, Zaia: «Serve un unico portavoce del Cts»

Durante la conferenza stampa di oggi il Governatore del Veneto Luca Zaia ha ribadito che per il nuovo dpcm la Regione si confronterà con il Governo. La richiesta è quella di un unico interlocutore del Comitato tecnico scientifico che metta fine alle diatribe tra scienziati.

luca zaia
Luca Zaia durante la conferenza stampa del 24 febbraio.

Nuovo dpcm

Oggi alle 12.30 il consueto punto stampa del Governatore del Veneto Luca Zaia. Il Preas ha ribadito che per il nuovo dpcm la Regione si confronterà con il Governo. La richiesta è quella di un unico interlocutore del Comitato tecnico scientifico che metta fine alle diatribe tra scienziati.

«Alle 9 di domani mattina, 25 febbraio, abbiamo in programma il confronto con il ministro Gelmini, che suppongo abbia una prima bozza del testo del nuovo dpcm. Noi come Regione richiediamo che ci sia un interlocutore unico del Cts, cosicché sia messo un punto ai dibattiti tra scienziati. Non si tratta di andare contro la libertà di opinioni, ma ci deve essere una linea guida che medi tra posizioni opposte tra loro».

Vaccini

«Dobbiamo aumentare il numero di tamponi rapidi, perché lo screening è fondamentale. Non sono sufficienti i vaccini: ci sono enti internazionali che consigliano di non sottoporre a vaccini chi ha già avuto il Coronavirus. C’è da capire se è meglio fare due dosi a poche persone oppure se è preferibile una sola dose ma a molti».