Nubifragio di agosto, il Collegio dei Geometri in aiuto ai veronesi

I geometri professionisti del Collegio di Verona sono a disposizione, in sala Lucchi fino al 22 gennaio, di quei cittadini che devono compilare le nuove domande di risarcimento danni, a causa del nubifragio di agosto 2020.

Il Collegio Geometri di Verona a fianco dei cittadini. Fino a venerdì 22 gennaio, i geometri professionisti del Collegio scaligero metteranno a disposizione le proprie competenze per dare assistenza e consulenza gratuita ai cittadini colpiti dal nubifragio di agosto. Chi si recherà in sala Lucchi (piazzale Olimpia, 3) per presentare le nuove domande di risarcimento danni, troverà la professionalità dei geometri a supportarli.

Da lunedì a venerdì tutte le mattine, con orario dalle 9 alle 13, almeno un geometra professionista aiuterà, in sala Lucchi, i cittadini per la verifica della correttezza dei moduli di richiesta danni. «Come sempre, quando c’è necessità – ha detto Fiorenzo Furlani, presidente del Collegio Geometri di Verona – i geometri sono a fianco dei cittadini. In pochissimi giorni dalla richiesta dell’Amministrazione, abbiamo confermato l’adesione al progetto e abbiamo messo in piedi la straordinaria squadra dei nostri professionisti».

«I cittadini si trovano, in un momento difficile, a doversi confrontare con richieste e burocrazia, noi, nel rispetto dei nostri valori di gratuità, spirito di servizio e di competenza, li aiutiamo e ci mettiamo a loro disposizione» prosegue. «L’impegno dei geometri è frutto dei grandi valori che mettono nella propria attività: per questo voglio ringraziare i colleghi per la loro disponibilità e per l’alta professionalità che anche in questa occasione stanno dimostrando».

A capo della task force di geometri professionisti Luca Castellani, consigliere e responsabile della Protezione Civile per il Collegio di Verona. «La risposta dei colleghi – ha sottolineato Castellani – ancora una volta, è stata straordinaria. Un entusiasmo che fa da volano al nuovo corso che, assieme alla Regione, vogliamo realizzare per riuscire a formare un gruppo di geometri specializzati nella gestione delle emergenze».

«I nostri colleghi, una volta formati, potranno mettersi a disposizione dei Comuni e dei loro uffici tecnici per aiutarli a gestire al meglio le pratiche in caso di calamità e di emergenza» conclude. 1In questo modo, le Amministrazioni potranno contare su un sostegno altamente specializzato a favore dei cittadini».