Nigeriano liberato, per il gip non “è un narcotrafficante”

L’accusa della Procura che lo voleva coinvolto nel traffico di stupefacenti non ha convinto il giudice. Dopo aver verificato l’estraneità dell’uomo dal gruppo di narcotrafficanti l’ha rimesso in libertà. L’indagato era stato fermato mentre scendeva dal bus che lo portava a Verona da Roma, dalla Guardia di Finanza perché in possesso di un chilo di marijuana.

“Non è un narcotrafficante” e così per il nigeriano accusato di spaccio di sostanza stupefacente è finita la brutta avventura. La sua versione dei fatti ha convinto il Gip Luciano Gorra durante l’udienza di convalida dell’arresto.

L’uomo è tornato dai familiari a Roma avrà il temporaneo divieto di fare ritorno nel comune di Verona.