Vaccini: stop asilo nel veronese

Saranno 983 i bambini sotto l’area dell'Ulss 9 Scaligera a non poter accedere ai servizi scolastici poiché inadempienti alle obbligatorietà vaccinali.

Sono circa settemila i bambini veneti non vaccinati che non potranno entrare negli asili nido e nella scuole d’infanzia regionali.

Il numero emerge nella sintesi dei dati elaborati dalle aziende sanitarie del Veneto che indicano, a inizio settembre, 3.113 bambini in età da asilo nido e altri 3.670, tra i 3 e i 6 anni, pronti per la scuola d’infanzia, per un totale di 6.783, a cui saranno impediti gli accessi ai servizi perché inadempienti alle disposizioni della “legge Lorenzin” che dispone l’obbligatorietà del vaccino.

L’area con il più alto numero di inadempienti, nella fascia 0-6 anni, è quella che cade sotto l’ influenza dell’Ulss 6 “Euganea” con 1.377 casi. Segue la 2 della Marca Trevigiana con 1.373 bambini senza alcuna somministrazione vaccinale. Terza l’Ulss 9 “Scaligera” con 983 casi. In ordine, poi, la 7 “Pedemontana” con 826, la 8 “Berica” con 777, la 3 “Serenissima” con 747, l’Ulss 1 “Dolomiti” con 260, la 4 del “Veneto Orientale” con 233 e la Ulss 5 “Polesana” con 217. (Ansa)