Università e Comune, firmato l’accordo di collaborazione

Ad indicare le linee progettuali e strategiche di interesse comune sarà un comitato operativo composto da tre assessori comunali e da tre delegati dell’università.

La sinergia tra Comune e Università si fa sempre più stretta. A soli due mesi dall’insediamento nella nuova governance d’Ateneo, proposte e idee di collaborazione sono state messe nero su bianco, in un accordo triennale. È stato firmato infatti stamattina dal sindaco di Verona, Federico Sboarina, e dal rettore dell’ateneo scaligero Pier Francesco Nocini, l’accordo tra Comune e Università per promuovere insieme le eccellenze del territorio, attraverso percorsi turistici e convegni, e, soprattutto, per migliorare l’inserimento degli studenti in città.

Da oggi, quindi, una rete congiunta di istituzioni, con le rispettive conoscenze e competenze, scende in campo per realizzare di progetti e iniziative che abbiano un impatto importante e che possano ottenere finanziamenti pubblici e privati. Un’opportunità non solo per il Comune e per l’Università, ma per tutta la città.

Già nell’incontro dello scorso novembre, il primo ‘ufficiale’ dopo la nomina del nuovo rettore, erano stati subito condivisi i primi obiettivi da raggiungere insieme. A cominciare dal coinvolgimento della città alla vita dell’Ateneo e viceversa, per un’università aperta al territorio e partecipe alle diverse tematiche della vita cittadina.

Ad indicare le linee progettuali e strategiche di interesse comune sarà un comitato operativo composto da tre assessori comunali e da tre delegati dell’università che opereranno per seguire lo sviluppo e l’implementazione delle iniziative o dei progetti di collaborazione, e promuovere azioni per la condivisione delle conoscenze ed esperienze. Il comitato sarà composto dagli assessori comunali Francesca Briani, per Cultura e Turismo, Francesca Toffali per Fondi comunitari, Unesco e Smart City, Ilaria Segala per Urbanistica e Ambiente. Così come da tre delegati dell’Università: Olivia Guaraldo per il Public engagement, Nicoletta Zerman per Comunicazione e rapporti istituzionali, Diego Begalli, per Trasferimento delle conoscenza e rapporti con il territorio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.