La sua colpa sarebbe stata quella di avere una relazione con la moglie di un 31 enne nigeriano. Quest’ultimo più volte lo avrebbe minacciato di morte, poi qualcosa si è rotto ed il contenzioso tra i due sarebbe sfociato in qualcosa di diverso da quanto si potrebbe pensare. Il 31 enne avrebbe infatti ucciso e seppellito il fratello dell’amante in un campo di Villafranca. Solo un aratro che passava di lì la notte di Halloween, il 31 ottobre scorso, ha portato a galla le prove della morte del 23 enne. Grazie al dna delle ossa ritrovate nel campo, i Carabinieri di Villafranca, con il supporto del nucleo investigativo di Verona, sono arrivati al presunto colpevole: un 31 enne nigeriano, fermato giovedì all’aeroporto di Malpensa ed arrestato con l’accusa di omicidio aggravato ed occultamento di cadavere.