Tre tentativi di rapina, di cui due andati a segno, in soli quindici giorni. È questo il biglietto da visita di Francesco Fazio, crotonese, residente a Verona, di 24 anni, che è stato fermato nelle scorse ore dagli agenti della Polizia di Verona a casa sua, dopo una chiamata in Questura da parte dei genitori, oramai esasperati dalle vessazioni e dal comportamento del figlio.

Il 31 dicembre scorso, Fazio entra al supermercato Prix di via Giuliari in Borgo Roma e a volto coperto con in mano una pistola, poi rivelatasi solo una scacciacani, e la punta in testa alla cassiera. Nonostante il tentativo di resistenza, il malvivente riesce ad aprire la cassa e a portare via 250 euro. I cassieri, però, notano qualcosa di famigliare nel volto seppur travisato del rapinatore, ipotizzando che sia un cliente abituale.

Identità svelata anche da un tabaccaio vicino al supermercato che il giorno 16 dicembre aveva ricevuto la visita di Fazio con la stessa modalità, fuggendo dopo essere stato scoperto da parte del proprietario. Il 19 il giovane di Crotone rapina in Piazzale Scuro uno studente universitario che si vede portare via il cellulare. Al tentativo di inseguimento, il proprietario del dispositivo riceve due forti ceffoni e un colpo in testa che lo tramortiscono. Il giorno stesso Fazio, con l’aiuto di un complice, tenta di rivendere a un negoziante il telefono ed è lì che avviene il terzo riconoscimento, grazie anche al servizio “Find my Device di Google”.

Il 24 ritorna in tabaccheria a volto scoperto e, incalzato dal tabaccaio che gli aveva ricordato di averlo riconosciuto, gli dice che non era la prima rapina che riceveva. Parola rapina che il titolare del negozio non aveva mai pronunciato.

Uniti i vari tasselli dei tre episodi malavitosi, e dopo quest’ultimo passo falso, la Polizia è arrivata con certezza al giovane, come dicevamo prima, segnalato anche dagli stessi genitori. Il fermo è stato convalidato e ore il giovane si trova in carcere a Montorio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.