Terrore in Bra, fermato uomo con machete

Attimi di paura due ore fa circa sul Liston di Piazza Bra. Un uomo italiano di circa 50 anni è stato notato da alcuni passanti con una lunga arma da taglio in mano. Immediato l'intervento delle forze dell'ordine.

Minuti di panico questo pomeriggio sul Liston, in Piazza Brà. Attorno alle 16.10 un uomo italiano di circa cinquant’anni, presumibilmente di origine sarda, è stato notato da molti passanti, tra cui il titolare e il personale del locale Liston 12, con un arma da taglio in mano, un machete della lunghezza di circa 60 centimetri.

Proprio dal ristorante sono partite le prime richieste d’intervento che sono state immediate. L’unità della polizia locale presenti sul posto hanno raggiunto l’uomo e lo hanno bloccato.

Scattate le misure previste per situazioni di potenziale e grave pericolo, in Bra si sono precipitate numerose pattuglie delle forze dell’ordine: polizia di Stato, carabinieri e rinforzi della polizia locale.

L’assessore alla sicurezza del Comune di Verona Daniele Polato, che si trovava casualmente a pochi metri di distanza è intervenuto quasi in contemporanea con i primi agenti. E’ lui stesso a fornirci una descrizione di quanto accaduto.

«Il personale e il titolare del Liston 12 si sono accorti assieme ad altre persone e ai clienti che più o meno davanti all’ingresso del locale si stava aggirando un uomo con una lunga arma da taglio in mano, un machete, completamente sfoderato. Immediata la chiamata alle forze dell’ordine che si sono fiondate per fermare questo signore che non aveva con sé documenti».

«L’uomo si è identificato come un italiano, sardo, di cinquant’anni. – prosegue Polato – Dopo il fermo da parte dei primi agenti è stato caricato sulla macchina dei carabinieri e portato via per le identificazioni di rito e per capire che intenzioni avesse e perché girasse con un’arma in mano».

Secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, sembra che l’uomo avesse avuto un diverbio con una donna.

Soddisfatto l’assessore per l’efficacia dell’intervento: «In meno di 4 minuti in Bra c’erano più di dieci pattuglie, ma quello che mi dà più soddisfazione è che i primi a intervenire sono stati gli uomini a presidio della stessa Brà che la nostra amministrazione ha voluto per scongiurare atti terroristici o potenzialmente molto gravi e per garantire la massima sicurezza ai cittadini.