Tentano di soccorrerlo, ma colpisce gli agenti

Arrestato questa notte per resistenza a pubblico ufficiale un 34enne che ha lanciato un segnale stradale contro gli agenti, intervenuti per sedare una lite.

resistenza a pubblico ufficiale-colpisce agenti-polizia

È finito in manette questa notte il 34enne E.E., accusato di resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, un cittadino nigeriano, è stato arrestato intorno alle 2 in Stradone Santa Lucia, luogo dove, poco prima, era stata segnalata alla Centrale Operativa della Questura una violenta lite in atto.

Gli agenti delle Volanti intervenuti si sono imbattuti in un uomo in forte stato di agitazione e ricoperto di sangue a causa di un profondo taglio sul capo. Nel tentativo di prestare i primi soccorsi, in attesa del personale medico, i poliziotti hanno provato ripetutamente ad avvicinarsi all’uomo che, nonostante la ferita, si è opposto in maniera aggressiva all’offerta di aiuto, tanto da arrivare a scagliare contro gli operatori un segnale stradale raccolto dal margine della carreggiata.

E.E., condotto con fatica all’ospedale di Borgo Trento, dopo essere stato dimesso con 12 giorni di prognosi, è stato accompagnato in Questura per l’identificazione.

Arrestato per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, il 34enne, gravato da precedenti e irregolare sul territorio nazionale, è comparso stamane davanti al giudice che, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Verona e rinviato l’udienza al 7 gennaio 2020.

Nei suoi confronti, la Questura di Verona ha avviato le pratiche previste dalla vigente normativa in tema di immigrazione.

Uno dei due poliziotti intervenuti, colpito da un pugno al costato mentre tentava di bloccare lo straniero, è stato dimesso dall’Ospedale di Borgo Roma con 7 giorni di prognosi.