Tenta rapina in un kebab. In manette un 25enne

Il giovane avrebbe minacciato con una bottiglia rotta il proprietario del locale. Per il 25enne si sono aperte le porte del carcere.

È finito in manette un cittadino indiano di 25 anni, resosi responsabile di tentata rapina aggravata ai danni del proprietario del kebab di via San Marco, 66. 

La richiesta d’aiuto al 113 è giunta nella notte di giovedì scorso, intorno all’1, da parte della stessa vittima, un 40enne di origini pakistane che, dopo aver denunciato il tentativo di rapina, ha fornito la descrizione dettagliata dell’uomo che l’aveva commessa. Le volanti, giunte immediatamente sul posto, hanno intercettato il responsabile che, nel frattempo, si era dato alla fuga.

Dalle ricostruzioni effettuate dagli agenti, il giovane indiano, dopo aver ordinato da bere, improvvisamente, con fare aggressivo, avrebbe prelevato una bottiglia di birra dal frigorifero delle bevande e, dopo averla infranta sul marciapiede antistante il locale, l’avrebbe impugnata dal collo rotto per poi entrare nuovamente all’interno del locale, oltrepassare il bancone e minacciare la vittima

L’avventore avrebbe, poi, con la mano libera, afferrato il registratore di cassa, strattonandolo nel tentativo di sottrarlo. L’azione sarebbe stata interrotta dal proprietario del locale che, difendendosi, è riuscito a far desistere il malintenzionato, costringendolo alla fuga.

Il cittadino indiano è stato, dunque, arrestato dagli agenti delle Volanti, portato in Questura per l’identificazione e trasferito, poi, al carcere di Montorio dove è rimasto fino a stamattina. Il 25enne è comparso davanti al giudice che, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto la custodia cautelare in carcere.