I post lanciati sulla pagina facebook del Comitato Ambiente Montorio nei confronti dei cattivi odori e della polvere provocati, secondo il Comitato, dalla Superbeton, rientrano nei limiti del diritto di cronaca. Lo ha stabilito il giudice Cristiana Bottazzi con la sentenza del 26 luglio, depositata ieri, che ha rigettato la domanda dell’azienda che produce bitumi in via del Vegron condannandola a pagare le spese giudiziarie pari a 23 mila euro per i tre membri del Comitato: Marco Tosi, Laura Franzon e Alberto Speciale. La società aveva chiesto al Comitato un risarcimento di 1 milione di euro per “aver denigrato l’attività di Superbeton”.

Secondo il giudice “manca a monte la prova del carattere illecito delle condotte del Comitato, che paiono posizionarsi piuttosto entro il limite del legittimo esercizio dei diritti di cronaca e critica, nel contemperamento con i valori parimenti dotati di copertura costituzionale.”

I fatti riassunti da Montorioveronese.it