Strisce storte in Corso Milano, la denuncia di Benini

Vittima inconsapevole è la pista ciclabile di Corso Milano. L’esito è quanto mai arzigogolato per un lavoro che ha di certo dell’originale. Il consigliere Pd Benini polemizza: «dopo la casa ondulata di Gaudì ecco arrivare la veronesissima ciclabile ad effetto ondulato!».

«Come certi addetti alle pulizie maldestri che passano lo straccio attorno al portacenere anziché sollevarlo, così chi ha ricolorato le strisce della pista ciclabile di Borgo Milano si è fermato davanti ad una bicicletta incatenata ad un parapetto per poi proseguire lasciando un tratto incompiuto. Giunto davanti ai pali della segnaletica verticale ha invece ritenuto di applicare una soluzione diversa, girando intorno all’ostacolo così da creare un avvincente effetto quasi psichedelico. Dopo la casa ondulata di Gaudì ecco arrivare la veronesissima ciclabile ad effetto ondulato!» accesa la critica del consigliere dem che auspica un nuovo sopralluogo dell’assessore Zanotto «proprio da questa strada, la settimana scorsa, benediceva la nuova vernice speciale con microgranuli per le strisce pedonali».