Sgombero in Basso Acquar e viale del Commercio, tre fermati

Nuovo duplice sgombero messo a segno dalla Polizia municipale. Il nuovo blitz si è concentrato in viale del Commercio e nell’area ex Pedron.

sgombero area abusiva

Nuovo duplice sgombero messo a segno, questa mattina, dagli agenti della Polizia municipale, in un’operazione congiunta che ha visto impegnata anche l’unità cinofila della Guardia di Finanza. Il nuovo blitz anti degrado, cui hanno preso parte il sindaco Federico Sboarina, l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato e il presidente della commissione Sicurezza Roberto Simeoni, si è concentrato prima in una palazzina dismessa in viale del Commercio, all’incrocio con via Messedaglia, e poi nell’area ex Pedron in Basso Acquar.

La duplice operazione ha portato all’individuazione di tre magrebini, sorpresi ad occupare abusivamente gli immobili ridotti, ormai, in condizioni igienico sanitarie assolutamente tragiche e in cui è risultato evidente anche l’uso abituale di stupefacenti. Sia all’interno che all’esterno delle strutture, infatti, gli agenti hanno trovato condizioni di degrado assoluto, con cumuli maleodoranti di immondizie non lontani da giacigli di fortuna e resti di utilizzo di droghe.

I tre stranieri sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per invasione di edificio. Tutti e tre i fermati sono già noti alle forze dell’ordine e, in particolare, i due individuati all’interno dell’edificio di Basso Acquar hanno precedenti penali. La loro posizione sul territorio nazionale è al vaglio dell’Ufficio Immigrazione della Questura.

«Da tempo – ha detto il sindaco Sboarina – tenevamo sotto controllo queste zone. Grazie alle segnalazioni dei residenti, che ci hanno inviato video su un via vai sospetto nell’area di viale del Commercio, abbiamo fatto scattare il blitz che ha portato allo sgombero e al fermo di una persona. Analoga situazione per le altre due persone individuate all’ex Pedron. Questa è la conferma che la nostra lotta al degrado è costante e senza quartiere».

Già domani, partirà la bonifica per l’immobile di viale del Commercio, con l’intervento delle ruspe che abbatteranno parte delle strutture per una prima messa in sicurezza della zona. Questo primo intervento anticipa la prossima ricostruzione dell’area in cui sorgerà un centro diagnostico.

«Dopo il blitz fulmineo della settimana scorsa a palazzo Bocca Trezza, – ha detto l’assessore Polato – quello di stamattina dimostra che diamo corso immediato alle segnalazioni. Ancora una volta vanno ringraziati cittadini e proprietari che hanno segnalato presenze sospette negli immobili. La nostra attenzione verso il territorio è costante, così come la lotta contro ogni forma di degrado perché nella nostra città non c’è nessuna zona franca per chi vive al di fuori delle regole. Agiamo senza sosta e, dopo lo sgombero di questa mattina, siamo già concentrati nel monitoraggio e nella verifica di altre segnalazioni».