Con un brindisi di buone feste l’amministrazione Sboarina ha salutato il 2019. Se il 2018 è stato l’anno della semina, «quello che si chiude è stato l’anno dei primi frutti per la città», ha chiarito il sindaco. Una Verona dal respiro sempre più internazionale, confermato anche dal gemellaggio sempre più forte con la città cinese di Hangzhou, tanto che per l’apertura del festival lirico del 13 giugno prossimo sono già stati spediti gli inviti al presidente Xi Jimping e ovviamente al Capo dello Stato Mattarella. E poi ancora la candidatura per Verona Capitale della Cultura 2021, la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante.

Lato urbanistico, «riparte la crescita della città» ha chiosato il sindaco elencando quanto fatto e quanto in agenda: dalle modifiche alla variante 23 alla variante alla Statale 12 fino ad arrivare al progetto per il ribaltamento del casello autostradale di Verona sud. E poi ancora il recupero dell’ex Arsenale, i cantieri per il filobus, Adige Docks e la pubblica utilità per il nuovo stadio. Tutto rifinito da una visione chiara assicura Federico Sboarina: «Un disegno complessivo dello sviluppo della città, che deve essere soprattutto sostenibile».

«Il sistema Verona può crescere e migliorare ancora e il settimo posto nella recente classica de Il Sole 24 Ore può diventare tranquillamente il podio l’anno prossimo» promette un 2020 di risultati, con le partecipate, in particolare Agsm che avrà un ruolo strategico per la crescita della città e, a ricaduta, per tutta la provincia.

SINTESI ATTIVITA’ AMMINISTRATIVA 2019

Urbanistica
Approvata la variante 23, che dà risposta alle tante richieste di aziende, investitori ma anche privati, i cui progetti ora possono ripartire, per una crescita complessiva della città. Tutela della città pubblica, dell’ambiente e delle colline; recupero della aree dismesse e degradate, diminuzione delle superfici commerciali previste. Si stanno raccogliendo i progetti per ‘i vuoti a rendere’, con l’obiettivo di riqualificare immobili dismessi e aree degradate. Firmato il protocollo d’intesa per il Central Park all’ex scalo ferroviario, ora gli uffici comunali e RFI stanno lavorando al masterplan. Si parte con il progetto per lo sdoppiamento del casello di Verona sud da parte della società Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova, Gruppo A4 Holding. L’opera porterà benefici a tutta la viabilità della zona. E sarà legata alla variante alla Statale 12 con lo svincolo dell’Alpo (sbloccata dopo anni e finalmente inserita nel contratto di programma tra Ministero Infrastrutture e Trasporti e Anas), allo snodo viabilistico della Marangona e al filobus (partiti quest’anno i cantieri).
Approvata la dichiarazione di “pubblico intereresse” sul progetto del nuovo stadio. Già in azione le ruspe nell’area dove sorgerà Adige Docks, il più grande impianto sportivo d’Europa, e all’Ex Manifattura Tabacchi.

Lavori pubblici
Conclusa la prima fase di manutenzione straordinaria dell’Arena per il rifacimento completo dell’impianto elettrico, idraulico, antincendio. Indetta gara europea per la progettazione dell’Ars District all’Arsenale, suddiviso in 7 lotti funzionali, per un importo di 52 milioni di euro; depositato anche il progetto definitivo per il rifacimento delle coperture. Avviato il restauro di Porta Nuova attraverso sponsorizzazioni private. Completamente riqualificata la scuola Betteloni, con 1 milione e 800 mila euro, il progetto di edilizia scolastica più importante degli ultimi anni. Iniziata la costruzione della Scuola Alessandri a Parona per 1 milione 700 mila euro. Partiti i lavori per rifare gli impianti di Palazzo Nervi, oltre un milione e mezzo di euro per un miglioramento strutturale antisismico e l’adeguamento antincendio della Biblioteca Civica. Avviati i lavori di ristrutturazione dell’Anagrafe per la messa in sicurezza di tutti i tre piani del complesso. Bando Periferie: affidati i servizi tecnici per la progettazione di una complessiva riqualificazione di Veronetta. Approvato e finanziato il progetto definitivo per la manutenzione di alcuni tratti di Cinta magistrale e delle porte, per un totale di 500 mila euro. Ponte Nuovo: aggiudicati i servizi tecnici di progettazione per l’adeguamento statico e sismico.

Sicurezza
Verona quest’anno è la terza città d’Italia per numero di Daspo urbani e per persone identificate. Sono stati 313 i controlli di polizia amministrativa nei quartieri di Veronetta, Santa Lucia e Golosine, nei confronti di attività commerciali, che hanno portato a chiusure e riduzioni di orario. Sgomberate 172 persone che occupavano abusivamente aree pubbliche e private.
Lotta costante allo spaccio di droga. Grazie all’operazione “Scuole Sicure” è stato sequestrato oltre mezzo chilo di stupefacente e arrestati 8 spacciatori. In più, per la prima volta, Verona si è dotata di una propria Unità Cinofila con il cane Pico. Per quanto riguarda la sicurezza stradale sono stati realizzati controlli a tappeto sui bus nell’ambito di “Gite Serene”. Da settembre elevate oltre 350 sanzioni nei confronti di chi usa monopattini o segway. Istituito il nuovo Laboratorio Analisi Documentale per individuare patenti e documenti falsi che ha portato a 12 denuncie e un arresto. Grazie al potenziamento del progetto Giano, prosegue il contrasto alla circolazione dei veicoli privi di assicurazione o di revisione. Le campagne di educazione stradale hanno coinvolto 572 classi e oltre 9 mila alunni. A questi si aggiungono 4.250 persone contattate durante 11 eventi. La Protezione civile ha reallizzato una maxi esercitazione che ha coinvolto oltre 200 volontari.

Cultura
Inviata nei giorni scorso al Ministero per i Beni culturali la candidatura di Verona a “Capitale italiana della Cultura” per il 2021. In fase di valutazione le due proposte per il riordino della Casa di Giulietta e del cortile; completati i lavori di pulizia con l’eliminazione dall’androne di scritte, biglietti, cerotti e gomme da masticare. Aperta in Gran Guardia la mostra “Il tempo di Giacometti da Chagall a Kandinsky. Capolavori dalla Fondazione Maeght”. Per la prima volta insieme le opere in bronzo e i disegni del più grande scultore del ventesimo secolo. Ai Musei Civici realizzate 8 mostre (Castelvecchio: “Bottega, Scuola, Accademia…”; “Carlo Scarpa”. Gam: “L’amore materno …”; “Mauro Fiorese …”. Storia naturale: “Amori e farfalle”; “Etiopia…”. Archeologico: “Bellezza e cura dell’antichità”; “Il fascino dei vetri romani”). Al Museo degli Affreschi, per il bicentenario della nascita di Cavalcaselle è stato aperto al pubblico un cantiere di restauro e organizzati diversi eventi. Negli spazzi della Biblioteca Civica sono state allestite circa 30 mostre e realizzati 140 eventi, tra conferenze, incontri e laboratori. Aperto il nuovo centro lettura ‘Caprioli’ in Borgo Milano. Avviato, con il nuovo direttore artistico degli spettacoli del Comune Carlo Mangolini, il progetto di rinnovamento del Festival Shakespeariano, di Grande Teatro e L’Altro Teatro. Dopo quasi dieci anni di interruzione è ripartita la kermesse cinematografica “Schermi d’amore”, con la proiezione di 35 pellicole in lingua originale.

Traffico
Per la prima volta il Comune di Verona si dota del Pums, il Piano urbano della mobilità sostenibile di Verona, che permetterà di modificare la viabilità cittadina, renderla efficiente, efficace e soprattutto sostenibile. Il Piano, in fase di conclusione, individua azioni interventi per migliorare gli spostamenti di tutti i cittadini, indipendentemente che avvengano in auto, a piedi, in bici o con l’autobus. Verona è stata tra le prime città ad aver avviato la sperimentazione della micromobilità urbana elettrica. Da settembre i monopattini possono circolare secondo le regole dell’apposito regolamento e del codice della strada. Varato anche un decalogo per le ditte di noleggio.

Ambiente
Con il progetto ‘Ridiamo il sorriso alla Pianura padana’, il Comune ha regalato ai cittadini 1400 piante da coltivare in giardini e terrazzi privati. Per una riforestazione urbana a costo zero per la comunità.
Per il secondo anno consecutivo, il Comune di Verona si è aggiudicato il Premio nazionale “Animali in città”, di Legambiente. Avviato servizio di derattizzazione contro le zanzare con nuova strumentazione tecnologica, incontri con la cittadinanza e numero verde.

Servizi sociali
Impegnati 32 milioni di euro per l’assistenza domiciliare, i servizi educativi territoriali, promuovere l’autonomia per i neo maggiorenni, l’inserimento lavorativo di persone disoccupate e contrastare la povertà. Numerosi i progetti finanziati per le fasce adulti-anziani (integrazione rette di degenza, progetto Alzheimer, pasti a domicilio, anziani protagonisti nel quartiere) e famiglie-minori (affidi, centri diurni, centri aperti, spazio famiglie, accoglienza genitori con minori in situazione di disagio). Per l’accoglienza (oltre all’allestimento di 229 posti per l’inverno nei dormitori) è stato aperto con Caritas e Pia Opera Ciccarelli un nuovo centro sperimentale in via Corbella a Cadidavid, non solo dormitorio ma anche assistenza diurna e supporto infermieristico. Con il Fondo nuove povertà aiutate 330 famiglie grazie agli oltre 276 mila euro incassati dagli ex biglietti omaggio della stagione extra-lirica 2019.

Turismo sociale
Circa un milione di euro per Consorzio soggiorni climatici di cittadini over 60 (420 partecipanti) e famiglie con minori (1.663 iscritti); ma anche per gite di un giorno (864 partecipanti) e festa di capodanno (1.110 iscritti)

Patrimonio
Cinque nuove porzioni di cinta magistrale sono diventate di proprietà del Comune. Viale Colombo, il bastione tra Porta San Zeno e Porta Palio, Porta Catena (zona ponte Risorgimento), la torretta scaligera in mezzo all’Adige e il tratto di mura a Castel San Felice sono stati ceduti gratuitamente alla città dal Demanio.

Relazioni internazionali
A marzo siglato a Roma il gemellaggio tra Verona e la città cinese di Hangzhou, fortemente voluto dal presidente cinese Xi Jinping, a cui è seguito a settembre il primo viaggio in Cina del sindaco Federico Sboarina accompagnato da una delegazione veronese.

Strade e nuove piante
Piantumate, in collaborazione con Amia, 4 mila piante per la riforestazione urbana. Effettuati interventi di riasfaltatura stradale in diversi quartieri cittadini, per complessivi 2 milioni e mezzo e lavori di rifacimento via Mezzacampagna per 900 mila euro. Effettuate manutenzioni varie per sistemazione: piste ciclabili, per 100 mila euro; pavimentazione in porfido in centro, per 100 mila euro; guardrail, 100 mila euro; ponti, 400 mila euro.

Personale
Impegnate risorse per 87 milioni e mezzo di euro. Dopo anni di blocco assunzionale, sono stati banditi 12 concorsi per l’assunzione di 186 dipendenti, a fronte di 327 cessazioni. Sono stati sottoscritti importanti accordi integrativi, dopo lunghe trattazioni sindacali, raggiungendo così soluzioni condivise che hanno portato anche alla revoca di uno sciopero.

Tributi
L’attività di controllo sull’imposta di soggiorno ha portato all’emissione di 1.000 verbali di sanzioni amministrative per omesse dichiarazioni, con un recupero di imposta di circa 86.500 euro.
Invariati i livelli di tassazione per Imu (gettito previsto 2019 pari a 60.900.000), Tasi (25.700.00), Tari (44.776.526) e addizionale Irpef (32.300.000), con uguali tariffe a carico dei cittadini. Nell’ultima verifica, effettuata a fine ottobre, confermati gli equilibri di bilancio 2019, che pareggia a 600.867.837 euro.