Sboarina a Rtl102.5: «Verona sempre più internazionale»

Dalla prima del festival areniano, che venerdì sera sarà trasmessa in mondovisione su Rai1, al nuovo progetto di riqualificazione della Casa di Giulietta.

Foto d'archivio.

Federico Sboarina è stato ospite, oggi, su Rtl 102.5, in diretta radio e tv. Nel corso del programma ‘W L’Italia’ condotto da Valeria Benatti e Angelo Baiguini, tanti sono stati i temi toccati.  Ai microfoni, infatti, il sindaco ha spiegato come nascerà il nuovo museo dedicato alla tragedia shakespeariana. E poi il rilancio del turismo, non solo in centro storico e lungo i percorsi più gettonati, ma anche al di là dell’ansa dell’Adige grazie agli eventi decentrati, ai percorsi della Verona Minor Hierusalem e alla salita in funicolare. Annunciato nel corso della trasmissione anche il sold out già registrato per il Power Hits estate, l’evento di Rtl 102.5 in Arena, previsto per il prossimo 9 settembre.

“La vera sfida da sindaco? Diventare ancora più grandi senza perdere i nostri standard di vivibilità – ha detto Sboarina -. La città sta crescendo tantissimo e finalmente sta viaggiando a livello internazionale, soprattutto dal punto di vista culturale e artistico. Allo stesso tempo però il mio obiettivo è riuscire a mantenere la stessa qualità di vita per tutti i veronesi e per quanti vengono a viverci, una città fruibile, accogliente e a misura d’uomo”.

Nel corso della diretta si è parlato anche di taser, come strumento di difesa degli agenti che tutti i giorni lavorano sulle strade cittadine, da utilizzare nei momenti difficili o con persone particolarmente aggressive. E poi si è affrontata la questione ‘quartieri’, che, come ha ricordato il sindaco, devono avere la stessa attenzione del centro. Per questo a Verona si stanno portando avanti controlli massicci, soprattutto nelle aree sensibili e all’interno dei locali etnici, al fine di garantire la sicurezza di tutti.

Al termine della trasmissione il sindaco, negli studi della radio, ha incontrato anche Mara Maionchi, in diretta dopo di lui, L’occasione è stata propizia per invitarla a Verona, città che le è rimasta nel cuore dai tempi del Festivalbar.