Preso a Cerro un anarchico esperto di esplosivi

Ad arrestare Giuseppe Sciacca, 40 anni, nascosto in un casolare di Cerro Veronese la Digos di Torino in collaborazione con quella scaligera. L'uomo è ritenuto responsabile di fabbricazione, detenzione e porto in luogo pubblico di ordigno esplosivo.

Sarebbe lui “l’esperto di ordigni” del gruppo di anarchici dell’Asilo occupato di via Alessandria accusati di associazione sovversiva, istigazione a delinquere, detenzione, fabbricazione e porto, in luogo pubblico, di ordigni esplosivi. L’operazione “Scintilla” risale allo scorso febbraio, all’epoca vennero arrestate sei persone. Gli investigatori della Digos ritengono il gruppo responsabile di 21 attentati in diverse città italiane.

Foto Ansa

Sciacca abitava da anni Lessinia assieme alla compagna, anche lei volto noto nell’ambiente anarchico-insurrezionalista. Dalla Digos scaligera si apprende che il 40enne era stato sottoposto dal dicembre scorso alla misura della sorveglianza speciale.

Nell’abitazione a Cerro è stato sequestrato materiale utile alla prosecuzione delle indagini. L’uomo ha precedenti: una condanna per il lancio di due ordigni esplosivi contro il Comando della Polizia Municipale di Parma nel 2008.