Obbligo del cambio della destinazione d’uso a turistico-ricettivo, accesso alla banca dati della Regione da parte degli organi di controllo, una sanzione per chi offre servizi laddove non potrebbe. Sono tre dei cinque punti proposti dall’assessore alle Attività economiche e produttive del Comune di Verona Nicolò Zavarise per modificare la legge regionale 11 del 2013 che regola le locazioni turistiche.

Si tratta infatti di un settore che sta vivendo un boom mai visto prima, e che con l’esperienza, ha portato alla luce diversi vuoti normativi. Per esempio, c’è chi ha in proprietà un edificio intero con diversi appartamenti e comunica alla Regione di avere un’unica locazione turistica. O ancora più comunemente, c’è chi offre la colazione quando non ne avrebbe la facoltà.