Al convegno, promosso dall’associazione Verona Network, sono state chiamate tutte le diverse voci del territorio, gli esponenti dell’Associazione Tutela della Lessinia APS e Associazione Proprietari malghe e terreni, i sindaci dei comuni della Lessinia e imprenditori del territorio. Valorizzazione del territorio il tema sul quale allestire una riflessione ad ampio raggio. In questo senso grande spazio all’iniziativa della neonata associazione temporanea di scopo composta da due associazioni di tutela, sei amministrazioni comunali e due società agricole private (capofila è l’Associazione Tutela della Lessinia), finalizzata a iscrivere il territorio degli Alti Pascoli della Lessinia nel Registro nazionale dei paesaggi rurali di interesse storico (Ministero delle politiche agricole e forestali).

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Bosco Chiesanuova Claudio Melotti, che qui ha ricordato le problematiche legate alla presenza del lupo, ha preso parola il consigliere Cristian Brunelli, in rappresentanza del presidente della Provincia Manuel Scalzotto, dichiarando l’opportunità che l’evento Stati Generali della Lessinia offre: «Prenderò appunti per capire che aiuti può portare la Provincia alla Lessinia». Nadia Maschi, sindaco di Cerro Veronese, ha ricordato la necessità di garantire servizi; Lucio Campedelli, sindaco di Erbezzo, ha precisato che in Lessinia non si può più vivere solo di agricoltura, artigianato, buona aria, dichiarando: «Siamo fiduciosi delle nostre forze e della forza del nostro territorio».

Successivamente i partecipanti hanno ascoltato le risposte in merito a punti di forza, criticità e azioni da intraprendere nel futuro nella video-intervista trasmessa in sala: protagonisti il sottosegretario Mattia Fantinati, l’assessore all’agricoltura Giuseppe Pan e il consigliere regionale Stefano Valdegamberi.

Durante il convegno sono intervenuti Pier Andrea Tosetto, docente del Dipartimento Sociologia e Ricerca Sociale all’Università degli Studi di Milano Bicocca; Giuliano Menegazzi, coordinatore del comitato promotore per l’iscrizione degli Alti Pascoli della Lessinia nel Registro Paesaggi Rurali e Storici; Daniele Massella, presidente dell’Associazione Tutela della Lessinia APS; Ermanno Anselmi, presidente di GAL Baldo Lessinia; Alfonso Albi, presidente del Consorzio Monte Veronese; Marco Zambelli, vicepresidente dell’Associazione Proprietari malghe e terreni della Lessinia, in rappresentanza del presidente Marcantonio Grizzi Tinazzi; Vito Massalongo, presidente del Curatorium Cimbricum Veronense.

L’ASSOCIAZIONE. Forte dell’esperienza riuscita nel 2016, Verona Network, il network territoriale veronese che riunisce diverse realtà tra enti, istituzioni e aziende conferma anche per quest’anno, l’impegno a farsi promotore di occasioni di confronto in una logica propositiva per la città. Ad oggi Verona Network raccoglie 61 primari soci istituzionali e altri importanti soggetti scaligeri rappresentanti 3000 operatori economici e oltre 50.000 cittadini veronesi.