Incendio Felix Moto, depositata la perizia dello stabile in tribunale

Ieri sera il consiglio comunale di San Martino Buon Alberto ha affrontato il tema dell'incendio avvenuto il 18 settembre 2018 al condominio Napoleone, sede della New Felix Moto, dato alle fiamme dal proprietario, Gilberto Felisi. La perizia sullo stabile, effettuata perchè possa tornare agibile, è stata depositata in tribunale il 24 settembre.

A un anno di distanza il tema dell’incendio doloso del condominio Napoleone (ex New Felix Moto) a San Martino Buon Albergo è stato discusso in sede di Consiglio Comunale venerdì 27 settembre.

«Siamo tornati sul tema – specifica il Sindaco Franco De Santi – per aggiornare il Consiglio su quanto fatto dall’Amministrazione rispetto a ciò che è di competenza della stessa, ovvero la vigilanza e il controllo delle varie fasi nella procedura in essere. La parte operativa spetta, come previsto dalla Legge, ai privati proprietari per cui non vi è alcun investimento economico da parte nostra durante l’intero processo. Non stiamo con le mani in mano, siamo attivi su ogni fase e siamo incalzanti per far si che la procedura si concluda nel minor tempo possibile».

Con queste parole il Sindaco De Santi ha aggiornato il Consiglio di quanto fatto negli ultimi due mesi. Il 5 luglio scorso è stato incaricato dal Tribunale di Verona l’architetto Renzo Andreoli che, gratuitamente, si è reso disponibile a svolgere la perizia giurata chiesta dal Comune. Il 4 e 5 settembre sono stati fatti i sopralluoghi presso lo stabile insieme a tutti i soggetti pubblici e privati competenti. Infine, lo scorso 24 settembre l’architetto ha depositato presso il Tribunale la perizia giurata con lo stato dell’arte e le procedure suddivise in 4 fasi finalizzate al raggiungimento della dichiarazione di agibilità del fabbricato secondo le tempistiche che definirà il Giudice.

«Rispetto all’ipotesi di emettere una nuova ordinanza – conclude il Sindaco – non è possibile, in quanto le ordinanze non hanno scadenza. L’ufficio ecologia ha, tuttavia, emesso una diffida. Poiché della rimozione dei rifiuti non può occuparsene il Comune, possiamo solo vigilare sulle procedure e auspicare che si concludano nel più breve tempo possibile».

La parte operativa spetta ai privati proprietari, il potere sostitutivo da parte del Comune è un provvedimento eccezionale usato quale ultima ratio.

Intanto il responsabile dell’incendio, Gilberto Felisi, ex proprietario della New Felix Moto, che aveva appiccato il fuoco per riscuotere il premio assicurativo, ha patteggiato quattro anni e sei mesi di carcere.