In treno con la droga, minore arrestata

Una diciassettenne italiana è stata arrestata lo scorso fine settimana nella stazione di Verona Porta Nuova: era in possesso di oltre due etti e mezzo di eroina.

Una giovane di 17 anni, di cittadinanza italiana, è stata arrestata nel fine settimana nella stazione di Verona Porta Nuova. A seguito di perquisizione, il personale del Settore Operativo della Polfer l’ha infatti trovata in possesso di un involucro in cellophane contenente oltre due etti e mezzo di eroina.

Ad attirare l’attenzione degli agenti il tentativo della ragazza di disfarsi di un pezzo di carta alla vista del personale in divisa. Gli agenti hanno così recuperato il foglietto che è risultato essere un biglietto ferroviario valido per un treno che di lì a poco sarebbe partito dalla stazione di Verona.

La giovane ragazza non è stata in grado di motivare logicamente il perché del suo comportamento. Pertanto, anche in ragione dei numerosi precedenti da cui gravata, è stata sottoposta a controlli più approfonditi.

La giovane è stata tratta in arresto e, su disposizione del P.M., associata all’istituto di detenzione per minori di Treviso. A seguito della convalida dell’arresto, nei suoi confronti è stata disposta la detenzione presso il carcere minorile, in attesa di giudizio.

L’intensificazione dei servizi di prevenzione disposti in coincidenza delle festività natalizie in tutte le stazioni ferroviarie presidiate dalla Polizia Ferroviaria per Verona
ed il Trentino Alto Adige, continua dunque a produrre risultati.