Immigrazione, incontro trilaterale fra polizie di frontiera

Forze di polizia italiane, austriache e tedesche si sono incontrate oggi per fare il punto sull'immigrazione clandestina transfrontaliera. Fenomeno che, al momento, non presenta particolari criticità.

Polfer immigrazione clandestina

Si è tenuta nella mattinata di oggi, nella sede del Compartimento di Polizia Ferroviaria per Verona e il Trentino-Alto Adige, un incontro trilaterale con le delegazioni della Polizia Tedesca, Austriaca e della Questura di Bolzano.

Alla riunione, oltre al Dirigente del Compartimento Polfer di Verona Alfredo D’Agostino, erano presenti per il dipartimento della P.S., Nicola De Biasi del Servizio di Polizia Ferroviaria, per la Questura di Bolzano, quale organo di Polizia di Frontiera con l’Austria, il Vicario del Questore Fabio Rizzo, oltre ai rappresentanti della Polizia del Tirolo (AU), della Polizia Federale di Monaco di Baviera e di quella di Rosenheim.

Dal 2015, nell’ambito degli accordi internazionali tra i rispettivi Paesi, finalizzati a contrastare il fenomeno dell’immigrazione clandestina, è stato previsto un servizio di scorta “trilaterale”, composta da poliziotti italiani, austriaci e tedeschi, a bordo dei treni internazionali diretti a Monaco, sulla tratta Trento – Brennero.

Scopo della riunione è stato quello di fare il punto sullo stato della fenomenologia dell’immigrazione clandestina transfrontaliera e per l’individuazione delle migliori forme di prevenzione per il fenomeno che, allo stato, non presenta particolari criticità, come emerso nel corso dei servizi svolti quotidianamente.