Il dramma di Bosco, oggi il funerale di Lucia

Sarà alle 15 nella chiesa parrocchiale del paese montano dove la giovane viveva con la famiglia. Straziata la comunità di Bosco Chiesanuova, tutti conoscevano Lucia, morta a neanche 19 anni nella notte tra venerdì e sabato. 

Ieri sera in tantissimi hanno partecipato al rosario per stringersi ai genitori Giovanni ed Elena e ai quattro fratelli Andrea, Daniele, Cinzia e Katia. La tragedia ha colpito l’intero paese, la famiglia è molto conosciuta anche per il negozio che gestisce da decenni in paese. Ora, con gli altri ragazzi ancora in ospedale (uno solo è a casa, con una caviglia rotta, gli altri sono ancora in Terapia Intensiva ma non sono in pericolo di vita) Bosco Chiesanuova fatica ad andare avanti. La morte di una ragazza così giovane è un dolore di tutti. Alla sofferenza, condivisa anche in ospedale tra i genitori dei ragazzi coinvolti nell’incidente, si aggiunge l’apertura di un fascicolo d’indagine per le ipotesi di omicidio colposo e lesioni colpose: un atto dovuto che pesa come un macigno. Il giovane alla guida della Subaru Forester è stato iscritto nel registro degli indagati.

incidente bosco chiesanuova
Il luogo dove è caduta l’auto.

La cronaca del dramma ormai è stata ripercorsa in tutti i dettagli. L’appuntamento a notte inoltrata, per aspettare che tutti gli amici avessero finito il turno nei bar e nei ristoranti della zona, un viaggio in auto, in sei in una macchina omologata per cinque. Volevano fare prima e raggiungere Malga Vigna in località Tinazzo senza perdere troppo tempo in due giri. Il maltempo dei giorni scorsi ha reso la strada sterrata un pericolo, il buio (non ci sono lampioni) è stato fatale e l’auto è rotolata. Tranne i due ragazzi con la cintura, tutti gli altri sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo. Uno di loro è riuscito a risalire il pendio e raggiungere la malga dove ha dato l’allarme. Immediati i soccorsi, che hanno tentato di rianimare Lucia per oltre mezz’ora ma è stato tutto, purtroppo, inutile.