I risultati del weekend calcistico veronese

Orgoglio Hellas, Chievo poco lucido. Male la prima al «Gavagnin-Nocini» per la Virtus

Foto Hellasverona.it

Nella domenica del calcio veronese brilla l’Hellas di mister Ivan Juric, capace di strappare un punto d’oro tra le mura amiche dello Stadio Bentegodi. La magistrale punizione di Veloso al 36’ ha risposto al rigore iniziale siglato da Sansone, consentendo al Verona di iniziare con il piede giusto il nuovo campionato di Serie A, malgrado un’inferiorità numerica protrattasi per oltre 75’ (espulso Dawidowicz). Nonostante la divisione della posta in palio, a vincere è stato indiscutibilmente Sinisa Mihajlovic, di nuovo sulla panchina felsinea dopo quarantun giorni in ospedale per curare la leucemia.

Parte male invece l’avventura in B per il ChievoVerona di mister Michele Marcolini, che al «Curi» di Perugia si fa rimontare dai padroni di casa, dopo l’1-0 firmato Meggiorini. La compagine clivense non è infatti riuscita a sfruttare l’inerzia successiva al vantaggio iniziale, facendosi raggiungere a pochi secondi dall’intervallo da un rigore di Iemmello e capitolando nella ripresa sempre a causa di un penalty realizzato dallo stesso attaccante calabrese.

Foto da Chievoverona.it

Avvio da rivedere anche per la Virtus Verona di mister Luigi Fresco, che cade sul manto di Borgo Venezia contro un Padova sempre padrone della partita. Apre le danze Castiglia al 31’, risponde Odogwu di tap-in al 19’ della ripresa, un pareggio che però è un fuoco di paglia, in quanto Santini prima e Soleri poi indirizzano definitivamente la contesa.

Foto Liborio

Avvincente e ricco di sorprese anche il primo turno di Coppa Italia in Serie D. Tra Caldiero e Villafranca termina 2-2 ai tempi regolamentari, con gli ospiti castellani ad imporsi con freddezza per 5-3 dagli undici metri.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.