Un mese da dimenticare quello che si sta per concludere, o forse dal quale imparare. Sulle strade veronesi sono 6 i morti, solo nel mese di giugno, il doppio rispetto allo scorso anno. Sempre se si guardano le statistiche dell’Osservatorio sugli incidenti mortali redatte dall’associazione Verona Strada Sicura, non lascia più tranquilli il dato relativo al mese di luglio dello scorso anno, quando i morti hanno registrato il picco più alto, con 14 decessi. Ma ritorniamo a questo 2019. Da inizio anno e fino al 23 giugno a Verona sono morti 8 motociclisti, 11 automobilisti, 4 pedoni e 3 ciclisti.

Aumentano i decessi in seguito ad incidenti autonomi, quindi senza il coinvolgimento di altre vetture. La causa più plausibile? La distrazione. E proprio su questo aspetto pone l’attenzione l’associazione Verona Strada Sicura, che dalla nascita nel 2003, ha coinvolto circa 65 mila studenti delle scuole veronesi nei suoi incontri (circa 20 ogni anno).