Filovia, ecco il calendario dei cantieri estivi

Proseguono durante il periodo estivo i cantieri per la costruzione della Filovia, trasporto full electric che permetterà una mobilità più verde e smart. Il calendario dei lavori

I cantieri della Filovia aperti anche d’estate, per non mancare l’occasione storica di modernizzare il trasporto urbano assicurando tutela ambientale grazie al full electric che accompagnerà la rigenerazione del verde cittadino, con nuovi alberi piantati. 

Ecco, in sintesi, tutti i cantieri estivi:

Via Dolomiti Marmolada (lato nord)

Nel cantiere di Verona Est (San Michele), i lavori proseguiranno con le prove di carico per la verifica delle proprietà meccaniche della fondazione stradale, preliminarmente all’esecuzione del nuovo pacchetto.

Sarà realizzato il cavidotto via Paganella per l’allacciamento alla sottostazione elettrica e realizzate banchine di fermata e riprofilatura dei marciapiedi. In fine sarà eseguito il pacchetto stradale.

Frà Giocondo, via Palladio (a fine mese Agosto)

Nel cantiere in zona stadio si procederà alla realizzazione dei plinti di fondazione a sostegno della linea di trazione elettrica, alla realizzazione cavidotto per l’allacciamento alla sottostazione elettrica e saranno eseguite prove di carico per la verifica delle proprietà meccaniche della fondazione stradale, preliminarmente all’esecuzione del nuovo pacchetto.

Successivamente si procederà con la realizzazione di banchine di fermata e riprofilatura marciapiedi, interventi su alberature, esecuzione del pacchetto stradale, segnaletica (solo per via Fra Giocondo). A fine agosto (28/08) si procederà con i lavori in via Palladio.

Saranno rimosse le cantierizzazioni e sarà ripristinata la viabilità in Via Fra Giocondo.

Rondò della Corte, Guido d’Arezzo

In questa tratta sarà completata la realizzazione plinti di fondazione a sostegno della linea di trazione elettrica e saranno eseguite prove di carico per la verifica delle proprietà meccaniche della fondazione stradale, preliminarmente all’esecuzione del nuovo pacchetto;

Nimes

Da lunedì (22 luglio) sono in corso indagini georadar propedeutiche per lo spostamento dei sottoservizi. Le indagini sono finalizzate alla valutazione del rischio bellico lungo via Città di Nimes e viale Ludovico dal Cero. Queste indagini non sono invasive: saranno effettuate in orario serale e notturno dalle ore 20 fino alle ore 6 e dureranno circa 15 giorni.

Circa 24 Km di linee urbane filoviarie (in parte elettrificate ed in parte percorse dai mezzi in marcia autonoma) consentiranno di connettere i quattro punti cardinali della città, che garantiranno il collegamento rapido tra l’Ospedale maggiore di Borgo Trento con il Policlinico di Borgo Roma con punto di interscambio alla Stazione di Porta Nuova e collegamento con lo Stadio Bentegodi.

In un concetto, l’interconnessione rapida dei principali quartieri della città con i Poli attrattivi di interesse sociale.

In questi mesi sono ripresi alacremente gli interventi e si sono aperti vari fronti con cantieri che stanno interessando i diversi quartieri della città, consentendo l’introduzione di elementi migliorativi, di ulteriore sicurezza per i cittadini, e, in alcuni casi, l’ammodernamento degli aspetti infrastrutturali (rifacimento manto stradale, potenziamento dell’illuminazione pubblica, creazione di zone attrezzate per la sosta degli utenti del tram, percorsi pedonali e aree verdi, parcheggi a disposizione dei cittadini e per quanti si recano a Verona per lavoro, per studio o per turismo).