Lazise: da sede di pesca sportiva a discoteca, sequestrato locale

Il locale è stato sequestrato e sono in corso accertamenti sulla regolarità delle prestazioni lavorative del personale impiegato durante gli eventi.

Nella notte del 14 luglio scorso alle 23.15 la Polizia Locale di Lazise, diretta dal Comandante Massimiliano Gianfriddo, con la presenza dell’unità cinofila, nel corso di un servizio mirato di prevenzione al consumo di alcool ai minori e sicurezza urbana ha effettuato un controllo presso un bar di Località Vegri a Lazise.

Il locale, sede di attività di pesca sportiva, era già arrivato all’attenzione degli agenti, che avevano accertato che all’interno dell’esercizio, nelle sole giornate di domenica, erano organizzati feste che si svolgevano dal tardo pomeriggio fino a notte, pubblicizzati tra l’altro sulle pagine Facebook “Lagoon e pesca sportiva paradiso selvaggio ai tre laghi”.

La pagina Facebook che riporta l’ultimo post con la scritta “attività momentaneamente sospese”.

Grazie alla pagina social gli agenti hanno verificato che dal 16 giugno nelle giornate di domenica erano organizzati eventi, con trasformazione dei locali in una vera e propria discoteca. All’atto del controllo è stato rilevato che l’accesso risultava libero senza alcuna verifica sull’età degli avventori con la presenza di circa 300 persone.

Analogamente non veniva effettuata alcuna verifica per le consumazioni alcoliche. Sono state identificate almeno venti persone impiegate con diverse mansioni allo svolgimento dell’evento (dj, sicurezza, parcheggiatori, verifiche ingresso, addetti alle consumazioni di tre punti di somministrazione) per i quali sono in corso le verifiche circa la regolarità delle prestazioni lavorative effettuate.

Il locale è risultato, inoltre, privo dei requisiti di sicurezza e antincendio con assenza ed inidoneità delle vie d’esodo ed uscite di sicurezza per cui si è proceduto al sequestro del locale.

Il provvedimento è stato convalidato il 19 luglio dal GIP Livia Magri che dichiara: «I controlli su questo tipo di attività proseguiranno durante la stagione perché li riteniamo di importanza strategica nella tutela della comunità lacustre e di tutti i turisti presenti. Questi locali di aggregazione devono tutelare i consumatori (soprattutto minori di età) ed avere un efficace controllo sull’eventuale abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti. Inoltre è altrettanto importante che siano previste tutte le misure di sicurezza affinchè una serata di divertimento non rischi di trasformarsi in una tragedia come purtroppo accaduto»