Clochard bruciato a Villafranca. Salvini: «Nessuno può accusare Verona di razzismo»

Il ministro dell'Interno è intervenuto a seguito del fermo di tre persone per il tentato omicidio del clochard di 42 anni aggredito lunedì in stazione a Villafranca.

Matteo Salvini autonomia

«Grazie alle Forze dell’Ordine e agli inquirenti per la rapidità: resteranno delusi quelli che pensavano di accusare di razzismo la comunità veronese». Così Matteo Salvini è intervenuto ieri sulla vicenda del clochard bruciato e picchiato selvaggiamente a Villafranca  lunedì scorso.

Ieri la squadra mobile di Verona ha infatti reso noto la nazionalità delle tre persone fermate per il tentato omicidio del 42enne: si tratta di due italiani, residenti a Villafranca, e di un romeno. Tutti e tre avrebbero difficoltà di inserimento sociale.

Intanto la vittima si trova ancora all’ospedale di Borgo Trento nel reparto di rianimazione.