Borchia nuovo coordinatore in Commissione Industria al Parlamento Europeo

L'europarlamentare della Lega sarà a capo della commissione che nei prossimi cinque anni si occuperà di temi legati ad industria, ricerca, energia, digitale e telecomunicazioni.

Ha vinto la concorrenza del francese Thierry Mariani, ex Segretario di Stato ai trasporti nel governo Sarkozy nella corsa all’incarico di coordinatore della Commissione ITRE del Parlamento Europeo.

Paolo Borchia, veronese, 39 anni, eletto parlamentare europeo lo scorso 28 maggio nelle file della Lega, sarà a capo – per il gruppo “Identità e Democrazia” – della Commissione Industria ITRE, che sarà chiamata a gestire i dossier dei prossimi cinque anni sui temi legati ad industria, ricerca, energia, digitale e telecomunicazioni.

Borchia ha già lavorato nella stessa commissione parlamentare negli ultimi tre anni come consigliere politico: «Un incarico che ho voluto fortemente, ringrazio la Lega e il bureau che mi hanno dato fiducia – commenta “a caldo” lo stesso Borchai – Nei prossimi anni il comparto industriale sarà interessato da cambiamenti epocali a livello europeo. La Lega e il nostro territorio ne devono essere protagonisti: in particolare sul tema dell’innovazione, dello sviluppo delle reti 5G e del miglioramento dei servizi per le imprese, che saranno al centro della nostra azione politica».

«In campo energetico – conclude l’europarlamentare – giusto continuare a puntare verso un’energia più pulita ma senza nuovi oneri per imprese e famiglie. Il nostro obiettivo politico sarà quello di massimizzare al meglio i voti espressi in commissione dal nostro gruppo, rispondendo alle necessità del territorio».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.