Atti osceni al parco, arrestato 29enne al Chievo

Arrestato dalla Polizia un 29enne che si è calato i pantaloni davanti a una mamma con bimbo al parco del Bottagisio.

polizia atti osceni chievo

Nel pomeriggio di ieri, una donna con in braccio il figlio di 10 mesi, mentre era seduta su una panchina del centro sportivo Bottagisio, ha dovuto assistere agli atti osceni compiuti, alla luce del sole, da un uomo di 29 anni.

Il giovane, di nazionalità rumena, si era fermato di fronte alla malcapitata abbassandosi di proposito i pantaloni e praticando atti di autoerotismo.

La vittima ha subito segnalato il fatto alla Centrale Operativa della Questura, consentendo così l’intervento tempestivo degli agenti.

I Poliziotti di Quartiere e due equipaggi di Volante si sono precipitati nel luogo indicato e sono riusciti a capire quale sarebbe stato il percorso scelto dal soggetto descritto: ostruendo il lato del ponte pedonale e chiudendo il percorso dalla parte del centro sportivo, i poliziotti hanno, in breve tempo, individuato l’uomo che, non accorgendosi di essere braccato da entrambi i lati, ha iniziato a seguire e, poi, molestare un’altra donna di passaggio.

A questo punto gli operatori di Polizia sono intervenuti e lo hanno arrestato per atti osceni in luogo pubblico.

Il soggetto, regolarmente residente in Italia, è stato accompagnato presso gli Uffici della Questura per lo svolgimento delle consuete procedure identificative.

Nella mattinata odierna T.G. è comparso davanti al giudice che, dopo la convalida dell’arresto, in sede di rito direttissimo, lo ha condannato a un anno di reclusione e rimesso in libertà.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.