Al via anche a Verona il censimento annuale Istat

L’indagine fotografa le principali caratteristiche della popolazione e delle abitazioni, e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale.

Parte ad ottobre la seconda rilevazione del censimento permanente della popolazione che, dal 2018, è annuale e non più decennale. La rilevazione avverrà via web e con i tablet forniti dall’Istat. 

Quest’anno, a Verona, saranno circa 2.500 le famiglie sotto la lente dell’Istituto, avvisate con una locandina Istat e affissa all’entrata dello stabile e/o tramite comunicazione di un rilevatore incaricato e munito di tesserino Istat di riconoscimento.

Da ottobre fino a dicembre, quindi, le famiglie campione potranno essere intervistate, come l’anno scorso, attraverso diverse modalità: questionario web, intervista telefonica, intervista presso i centri comunali di rilevazione o attraverso la rilevazione a domicilio, grazie all’impiego di 40 rilevatori che, muniti di documenti e contrassegni, si recheranno nelle case previo appuntamento e dopo una prima fase di verifica del territorio.

Le famiglie, riceveranno una lettera dall’Istat con le credenziali per poter compilare direttamente dal 7 ottobre al 13 dicembre compreso il questionario on line da casa. In alternativa le famiglie, a partire dal 7 ottobre al 20 dicembre, potranno recarsi all’Ufficio comunale Censimento (tel.045-8078526-8918), per la compilazione del questionario via internet, oppure attendere il rilevatore che le censirà presso il proprio domicilio a partire dall’8 novembre 2019.

Aderire al censimento è un obbligo di legge, ma è anche un’importante opportunità.  La cadenza annuale delle rilevazioni, oltre ad essere un’importante innovazione in ambito statistico che recepisce il modello europeo, riduce notevolmente i costi del censimento e fornisce un’informazione sempre più dettagliata e tempestiva per conoscere meglio il Paese in cui viviamo.