Adriana Vicentini è morta per un malore improvviso

L'imprenditrice veronese se ne è andata ieri a 75 anni per un malore. Aprì a Verona con il fratello Paolo la prima concessionaria Volkswagen in Corso Milano.

Una laurea in Lettere con indirizzo in Architettura Urbanistica fatta convivere per tutta la vita con lo spirito imprenditoriale di famiglia. Porta la firma di Adriana Vicentini e del fratello Paolo la prima concessionaria veronese Volkswagen, sorta in corso Milano nel 1974. Instancabile responsabile delle relazioni esterne e della attività di comunicazione, Adriana ha visto realizzarsi il sogno più grande con la creazione della “Città dell’Auto” in via Gardesane, poi comprata dalla casa madre.

Appassionata mecenate, Adriana Vicentini è stata sostenitrice e promotrice di diverse iniziative culturali in città dal Bacanal del Gnoco al Teatro Salieri di Legnago, per fare un paio di esempi. Sensibile anche alla valenza centrale dello sport in una città come Verona, è stata lei (assieme al fratello e a una cordata di imprenditori) a risollevare l’Hellas dal fallimento nel 1991.