A Veronafiere l’incontro in vista di Milano-Cortina 2026

Si è tenuto oggi pomeriggio, a Veronafiere, l’incontro del “Comitato di Indirizzo Milano Cortina 2026”. Presenti tutti gli attori coinvolti nel grande evento.

incontro milano cortina veronafiere olimpiadi

Si è tenuto oggi pomeriggio, a Veronafiere, l’incontro del “Comitato di Indirizzo Milano Cortina 2026”. L’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026 era diventata ufficiale lo scorso 24 giugno.

Oltre al sindaco Federico Sboarina, che ha partecipato alla prima fase dell’incontro, prima di doverlo lasciare per altri impegni, presenti fra gli altri il ministro per lo sport Vincenzo Spadafora e il presidente del Coni Giovanni Malagò.

Il ministro Spadafora: «Sostegno dal Governo»

«Sono felice di aver partecipato a questo primo incontro da ministro, la scelta del governo è stata strategica per investire molto in questo settore e non può mancare l’impegno e il sostegno del governo in tutte le forme necessarie per questo grande evento». Lo ha detto il ministro per lo sport, Vincenzo Spadafora, al termine della riunione. «Sarà un investimento che dovrà essere gestito nel migliore dei modi e in massima trasparenza, ma non potrà mancare per una manifestazione così importante per il nostro Paese».

«Dobbiamo lavorare alla legge delega – ha spiegato il ministro – in Consiglio dei ministri sarà rispettata la tempista e poi ci sarà l’iter parlamentare per consentire al Comitato organizzatore di avere tutti gli strumenti necessari per gestire nel migliore dei modi un evento così importante, che vedrà il nostro Paese al centro del mondo».

Malagò (Coni): «Il gioco di squadra esiste»

«Qui ci sono persone che hanno storie diverse, qualcuno nella politica, qualcuno fuori, ma il gioco di squadra esiste». Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Sul nome del ceo della Fondazione «c’è un working progress – ha aggiunto – Dopo un’attenta analisi abbiamo individuato una triade e proseguiremo con la stesura della governance e l’individuazione della persona che avrà la responsabilità di gestire».

Sboarina: «Verona è città olimpica»

«Anche in occasione delle Olimpiadi invernali 2026 – ha detto il sindaco Sboarina – Verona, forte della propria posizione strategica, rappresenta la naturale cerniera tra Milano e Cortina e tra il Veneto e la Lombardia. Lo dimostra il fatto che oggi si è tenuta proprio da noi questa importante riunione del Comitato di Indirizzo. Il presidente del Veneto Zaia ha dimostrato, in occasione della candidatura olimpica, di essere un player di grande valore: Verona e il Veneto sono in buone mani. Con lui abbiamo già parlato e ipotizzato il ruolo che la nostra città potrà giocare in questa grande occasione».

«Verona è città olimpica e, anche se nel nostro territorio non si terranno gare, saremo protagonisti della cerimonia di chiusura che con grande orgoglio ospiteremo in Arena. Stiamo già pensando agli importanti flussi di persone in arrivo e, infatti, proprio oggi abbiamo presentato il grande progetto viabilistico, legato al casello di Verona Sud, che sarà la nuova porta d’accesso».

La diretta dalla conferenza stampa andata in onda su Facebook:

Incontro in Fiera a Verona del Comitato organizzatore delle Olimpiadi invernali 2026. Strategie e modalità di coinvolgimento della nostra città nella conferenza stampa in corso.

Geplaatst door Pantheon Verona Network op Maandag 7 oktober 2019