A Verona il Congresso nazionale dedicato alle maxi emergenze

Il 18 e 19 ottobre Verona, nelle sale del Centro Congressi dell’Hotel Leon d’Oro, sarà la sede del 47° Congresso nazionale della Società Italiana di Chirurgia d’Urgenza e del Trauma.

congresso maxi emergenze

Il 18 e 19 ottobre Verona, nelle sale del Centro Congressi dell’Hotel Leon d’Oro, sarà la sede del 47° Congresso nazionale della Società Italiana di Chirurgia d’Urgenza e del Trauma. A presiedere il Convegno saranno il Prof. Giovanni de Manzoni, direttore della Divisione di Chirurgia Generale ed Esofago e Stomaco dell’AOUI di Verona ed il Dottor Ernesto Laterza, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale dell’Ospedale Mater Salutis di Legnago, coadiuvati dal Presidente della SICUT Dottor Mauro Zago e da tutto il CD ed i Delegati Regionali e Provinciali della Società.

Tra gli argomenti che verranno affrontati durante il convegno, quello delle maxi emergenze, come attentanti terroristici, calamità naturali e incidenti di grave portata, purtroppo sempre più all’ordine del giorno, è quello a cui tengono particolarmente i due presidenti.

  • 11 settembre 2001: Attentato Terroristico alla Torri Gemelle;
  • 11 marzo 2004: Attentati di Madrid;
  • 26 dicembre 2004: Tsunami nell’Oceano Indiano;
  • 29 giugno 2009: Incidente ferroviario di Viareggio;
  • 13 gennaio 2012: Naufragio Costa Concordia, Isola del Giglio;
  • 13 novembre 2015: Attentati di Parigi;
  • 24 agosto 2016: Terremoto del Centro Italia;
  • 20 gennaio 2017: Incidente e Incendio bus A4 – Verona;
  • 14 agosto 2018: Crollo del Ponte Morandi – Genova

Sono questi solo alcuni dei più clamorosi avvenimenti, accaduti negli ultimi 20 anni, classificati come maxi emergenze. Al giorno d’oggi, alla luce di quanto la cronaca ci riporta quotidianamente, il problema di maxi-emergenze sempre più gravi e frequenti, impone che le attività di soccorso siano quanto più organizzate ed affinate a qualsiasi livello di assistenza.

In questi casi – che si possono definire fuori dall’ordinario – lo schema organizzativo sul quale si sviluppa l’attività d’intervento e soccorso è la chiave di una buona gestione della drammatica situazione. Non è difficile immaginare, infatti, come questi eventi possano facilmente mettere in crisi i sistemi di soccorso che non siano preparati ed attrezzati in modo adeguato ad affrontare situazioni speciali. Per evitare che questo accada, si rende indispensabile – ora più che mai – adottare criteri condivisi e metodologie codificate che coinvolgano e coordinino tutte le componenti operative degli apparati di soccorso e del sistema sanitario.

Ad affrontare questo argomento e ad aprire ufficialmente il Congresso, venerdì 18 alle ore 9, sarà quindi la Tavola Rotonda “Un giornalista ci interroga: come siamo preparati per le maxiemergenze?” che vedrà al tavolo di discussione le più rilevanti figure chiamate in causa nelle situazioni di emergenza: la Protezione Civile, la Sanità Militare, i responsabili delle reti del trauma e dell’urgenza, oltre che medici specialisti del settore.

La Tavola Rotonda sarà moderata da Massimo de Manzoni, giornalista veronese fondatore e condirettore del giornale La Verità, e vedrà intervenire il Sindaco di Verona, Avv. Federico Sboarina, il Prefetto di Verona, il dott. Donato Cafagna, il Comandante dei Vigili del Fuoco di Verona, l’Ing. Micele, il Capitano Angelotti in rappresentanza delle Forze Armate, il dott. Rupolo, Presidente del Comitato di Padova della Croce Rossa Italiana, il dott. Valerio Adriano, direttore del SUEM 118 Verona Emergenza-AOUI Verona, il Comandante del Corpo di Polizia Municipale di Verona Luigi Altamura, il Prof. Miniello e la dott.ssa Castoldi in rappresentanza della SICUT, l’avv. Romano in rappresentanza della Croce Verde, il dott Faccincani e il dott. Bosco che toccheranno il tema della formazione sempre orientato in ottica delle maxi emergenze.

A chiudere gli interventi della tavola rotonda la testimonianza del dott. Eric Voiglio che ha vissuto in prima linea, durante la notte del 13 novembre 2015, le operazioni di soccorso a seguito dell’attentato al Bataclan di Parigi.

Il congresso, si presenta come un momento importante nel panorama nazionale nella definizione di linee guida, modalità e strategie da adottare nelle molteplici situazioni legate ad eventi traumatici e a malattie che impongono immediate decisioni con la necessità spesso di un immediato intervento chirurgico.

«Obiettivo del Congresso – affermano gli organizzatori – è quello di creare un evento formativo che raggiunga tutte le esigenze: quelle dei super-specialisti e quelle di coloro che lavorano in Ospedali dove l’urgenza è purtroppo solo percepita come un problema fra i problemi, senza trascurare quelle del mondo infermieristico che rimane fondamentale anche in questo ambito».

A disquisire i vari temi in programma, saranno chiamati illustri esperti nazionali, ma anche esponenti europei di grande esperienza.