Sputi al consigliere Boron. Fontana: «Una vergognosa incursione»

La vicenda è avvenuta a Padova stamattina, dove era presente un banchetto della Lega.

Si è avvicinata al banchetto di alcuni militanti della Lega e ha sputato al consigliere regionale Fabrizio Boron (lista Zaia). È successo stamattina a Padova. Autrice del gesto una ragazza che si è rifiutata di fornire le proprie generalità.

Solidarietà al consigliere e sgomento sono stati espressi dal deputato e vicesegretario federale della Lega Lorenzo Fontana: «Vergognosa incursione, con sputi, al banchetto Lega di piazza delle Erbe, a Padova. Solidarietà al consigliere regionale Boron e ai militanti presenti, bersaglio di offese e calunnie. Mi auguro che la responsabile sia identificata e risponda delle sue azioni. – spiega Fontana – C’è chi proprio non riesce a concepire un confronto politico che prescinda da insulti e violenza. Noi andiamo avanti a testa alta, forti del grande consenso e dell’affetto di migliaia di cittadini che in questo fine settimana ci stanno testimoniando il loro sostegno, con migliaia di firme raccolte agli oltre 220 gazebo presenti in Veneto. A tutti va il nostro grazie».

Parole di conforto e la promessa di una denuncia sono arrivate anche dal governatore del Veneto, Luca Zaia: «Quanto è accaduto oggi a Padova è intollerabile. Tutti sono liberi di esprimere le proprie considerazioni ma rispettando due regole: la buona educazione e, soprattutto, non ricorrere ad offese e gesti infamanti. In questo caso sono mancate entrambe – osserva il presidente del Veneto – Non lasceremo impuniti questi atti inqualificabili, che umiliano il confronto civile e offendono la dignità delle persone: la signora verrà denunciata e le verrà mossa causa anche in sede civile».