Sanità, all’Ulss 9 fondi dalla Regione per 1 milione e 750mila euro

Sanità, Lanzarin: «Altri 8,9 milioni di investimenti in Veneto». Finanziati progetti delle Ulss di Belluno, Padova e Verona.

sanità-ospedale-sala operatoria
Sala operatoria (foto d'archivio)

Via libera dalla Giunta regionale ad altri 8 milioni 972 mila euro di finanziamenti in edilizia e macchinari per tre importanti Ulss venete: la 1 Dolomiti, la 6 Euganea e la 9 Scaligera.

I finanziamenti sono stati approvati, su proposta dell’assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, dopo che si è concluso positivamente l’iter di valutazione dei progetti presentati dalle singole Ulss da parte della Commissione Regionale per l’Investimento in Tecnologia ed Edilizia.

L’Ulss 9 Scaligera ha ottenuto 1 milioni 754mila euro. Saranno utilizzati per l’acquisto di attrezzature all’Ospedale di San Bonifacio (137mila 860 euro); per l’acquisto di accessori relativi ad attrezzature già realizzate nell’Ulss (600 mila euro); e per i relativi lavori di adeguamento edilizio (1 milione e 17 mila euro).

All’Ulss 1 Dolomiti sono stati assegnati 360 mila euro per lavori di ristrutturazione di alcune stanze del reparto di Medicina dell’Ospedale di Pieve di Cadore.

All’Ulss 6 Euganea vanno 6 milioni 857 mila euro, che serviranno a copertura finanziaria per investimenti in conto capitale anno 2019 in edilizia (3 milioni 350 mila euro) e in attrezzature sanitarie (3 milioni 507 mila euro).

«Tenere i conti in ordine, come si fa nella sanità veneta – sottolinea la Lanzarin – ci consente di proseguire con continuità in una politica di investimenti alla quale, ogni anno, riusciamo a destinare almeno 70 milioni di euro. Ognuno di questi euro viene anche utilizzato al meglio, perché ogni progetto, prima di essere finanziato, è valutato con attenzione dalla Crite. Nemmeno un centesimo, quindi, rischia di essere sprecato».

Con la stessa delibera, la Giunta regionale ha autorizzato altri 11 progetti per circa 13,5 milioni, che saranno finanziati con un successivo provvedimento.