Perito del Giglio a Venezia per Costa Deliziosa

L'ingegnere Antonio Scamardella dovrà chiarire cosa sia realmente accaduto il 7 luglio quando la nave Costa Deliziosa ha rischiato di schiantarsi a causa del maltempo su Riva Sette Martiri, a Venezia.

L’ingegnere Antonio Scamardella, consulente tecnico della Procura di Grosseto per l’indagine sul naufragio all’isola del Giglio della Costa Concordia, è l’esperto chiamato a chiarire cosa sia realmente accaduto il 7 luglio quando la nave Costa Deliziosa ha rischiato di schiantarsi a causa del maltempo su Riva Sette Martiri, a Venezia.

Il nome dell’esperto, professore di Architettura, Statica e Sicurezza della Nave all’Università di Napoli, è stato indicato, come riportano i giornali locali, dal sostituto procuratore Andrea Petroni, titolare del fascicolo che vede come unico indagato, per rischio di naufragio, il comandante della Deliziosa.

Scamardella avrà 90 giorni per ricostruire l’accaduto: dalla dinamica alla prevedibilità dell’evento meteorologico che si era abbattuto sulla laguna di Venezia, dalla visibilità della plancia di comando della nave alla forza del vento. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.