Occupazione in Veneto: superato il tasso del 2008

Il tasso di occupazione in Veneto nel 2018 ha superato quello del 2008, ma mentre cresce la percentuale di donne, quella degli uomini non ha ancora recuperato i livelli pre-crisi.

occupazione in veneto

L’occupazione in Veneto ha recuperato i livelli del 2008, prima della grande crisi, ma i dieci anni trascorsi hanno profondamente modificato le caratteristiche del mercato del lavoro.

Il dato emerge dall’ultimo numero di “Statistiche Flash”, il monografico mensile dell’Ufficio Statistica regionale, online da oggi. Nel 2018 il tasso di occupazione in Veneto è stato del 66,6%, in crescita rispetto ai due anni precedenti e rispetto al 2008, quando toccava quota 66,4%.

Recupera anche il tasso di disoccupazione, sceso al 6,4%, anche se ancora lontano dal minimo storico del 3,4% prima della crisi. Dietro le cifre del recupero occupazionale si nascondono tuttavia profondi cambiamenti nella componente socio-demografica del mondo del lavoro: se nel 2008 si contavano in Veneto 71 lavoratrici donne ogni 100 uomini, nel 2018 se ne contano 77; gli uomini non hanno ancora recuperato il tasso di occupazione (77% nel 2008, 75% nel 2018), mentre le donne lo hanno incrementato (da 55,7% a 58,2% nel 2018).

In Europa le donne lavorano di più, con un tasso di occupazione del 63,3% e un rapporto fra donne e uomini che sfiora l’86%. A fare la differenza sono ancora la maternità e la cura della famiglia: la percentuale delle donne occupate passa dal 92% delle single, al 77% delle donne in coppia senza figli, fino al 65% delle madri. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.