Minacce a Bottacin, la solidarietà di Zaia e Fontana

Dopo la lettera di minacce recapitata ieri all'assessore regionale Veneto all'Ambiente, Gianpaolo Bottacin, arrivano i messaggi di vicinanza del mondo politico, in particolare da parte del governatore del Veneto, Luca Zaia, e dal ministro Lorenzo Fontana.

bottacin minacce

«Esprimo la più forte e calorosa solidarietà all’amico e collega Gianpaolo: so che non ti fai intimidire e che continuerai a svolgere la tua preziosa attività per fare del Veneto una terra sempre migliore. Io, l’intera Giunta e tantissimi veneti siamo con te». Con queste parole il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, si è rivolto al collega Gianpaolo Bottacin, fatto oggetto di minacce per l’azione svolta in veste di assessore all’ambiente.

L’intimidazione è arrivata tramite una lettera spedita direttamente all’indirizzo di casa dell’assessore. All’interno un biglietto che riportava la scritta “Sei morto” e un articolo di giornale de Il Gazzettino del gennaio scorso, dal titolo: “Telecamere obbligatorie contro i roghi di rifiuti”.

«Qualunque sia il livello e l’entità della minaccia – conclude Zaia –, sappia costui o sappiano costoro, che una Regione come la nostra che vanta vari primati nella difesa dell’ambiente e la cui popolazione si distingue da sempre per i suoi comportamenti virtuosi, non abbasserà mai la guardia contro chi tenta di esportare da noi una nuova terra dei fuochi. Non glielo lasceremo fare».

Solidarietà nei confronti di Bottacin arriva anche dal ministro per gli Affari Europei Lorenzo Fontana che su Facebook scrive: «L’impegno e la battaglia per la legalità sono più forti di ogni minaccia».

Solidarietà all'assessore Bottacin. L'impegno e la battaglia per la legalità sono più forti di ogni minaccia

Geplaatst door Lorenzo Fontana op Maandag 12 augustus 2019

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.