Maltempo in Veneto, chiesto lo Stato di Emergenza

Colpita Pedemontana vicentina e alcuni comuni del Padovano. Zaia firma nuovo decreto stato di crisi e richiede lo stato di emergenza.

maltempo veneto

Bombe d’acqua e colate di fango e sassi hanno colpito ieri, con un nuovo forte episodio di maltempo, la provincia di Vicenza.

Situazione difficile in particolare a Piovene Rocchette, dove da un bacino formato dalla forte pioggia sul monte Summano, si è scaricato un fiume detritico che ha invaso le strade del paese, bloccando alcune case, i cui occupanti, anziani, sono stati raggiunti e soccorsi dai vigili del fuoco. Non si registrano comunque feriti.

Danni anche nei Comuni padovani di Montegrotto, Abano Terme e Selvazzano, dove si sono registrati interventi per allagamenti stradali e alberi caduti.

Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, attraverso l’assessore Gianpaolo Bottacin, è in costante contatto con il Sistema Regionale di Protezione Civile che sta facendo fronte alle situazioni di rischio determinate dagli eventi odierni e quelle che potrebbero verificarsi nelle prossime ore sul territorio regionale.

Il governatore ha anche già provveduto a firmare un nuovo decreto sullo Stato di Crisi e la richiesta dello Stato di Emergenza che rimane aperto in considerazione delle previsioni meteo.