Il Collegio Brandolini-Rota di Oderzo festeggia i 130 anni

Donazzan: «I risultati degli elaborati e dei progetti sono l’evidente conferma che la scuola in Veneto ha grandi eccellenze da difendere e promuovere».

1623-2019 Donazzan-engim oderzo

Visita dell’assessore regionale all’Istruzione e Formazione Elena Donazzan, al collegio Brandolini-Rota di Oderzo, in occasione dei 130 anni dalla fondazione.

Il collegio offre un percorso didattico completo, dalla scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado, con i licei scientifici ed economico e la scuola professionale con indirizzo estetica e ristorazione, panificazione e pasticceria in particolare.

«Innovativa la metodologia didattica – ha sottolineato l’assessore – che prevede l’individuazione di classi per materia, con lo spostamento dei ragazzi e non dei docenti, il potenziamento delle lingue straniere, dell’educazione musicale e laboratorio d’arte. Altro punto di forza è una classe docente molto motivata e di grande preparazione che sa far vincere a questo collegio riconoscimenti come il Premio “Goffredo Parise” per il liceo e il primo premio alla fiera del food di Rimini riconosciuto per due anni consecutivi alla scuola di formazione professionale».

Il liceo, inoltre, è dotato di un museo naturalistico tra i più forniti del Veneto, e di una biblioteca con testi dalla fine del ‘400 inserita nella rete delle biblioteche del Veneto e visitata da docenti e ricercatori da tutta Italia: «Credo di aver visitato il più bel polo scolastico nel suo genereaggiunge Donazzan – completo di tutti i percorsi di istruzione e formazione, in un luogo che invita a stare bene tra alberi secolari, impianti sportivi e tanto decoro, in una istituzione che fa sentire la solidità dei suoi 130 anni. L’educazione religiosa con cui vengono accompagnati gli allievi è una ulteriore risorsa capace di irrobustire i percorsi formativi».

Nella visita alle varie classi l’assessore ha festeggiato l’onomastico di quanti portano il nome Francesco, nel giorno della festa del Patrono d’Italia.

«I risultati dei centini, degli elaborati e dei progetti – conclude l’assessore – sono l’evidente conferma che la scuola in Veneto ha grandi eccellenze da difendere e promuovere».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.