Torri Gemelle, 18 anni fa l’attentato

L'America si è fermata per ricordare le vittime dell'11 settembre 2001 negli stessi minuti in cui furono sferrati gli attacchi. Un minuto di silenzio osservato alla Casa Bianca e in molte città, a partire da New York.

Diciotto anni fa l’attentato che ha cambiato per sempre il corso della storia contemporanea. Ancora una volta New York ricorda i quasi tremila morti degli attacchi alle Torri Gemelle nel 2001 ma questa volta si sofferma anche sull’onda lunga delle vittime. Sono vigili del fuoco, poliziotti, soccorritori e comuni cittadini morti per gli effetti degli attacchi alle Torri gemelle.

Quest’anno infatti, durante la tradizionale lettura dei nomi nella cerimonia di commemorazione dell’11 settembre, sei monoliti verranno dedicati a tutti coloro che sono morti a causa dell’esposizione alle sostanze tossiche delle macerie di Ground Zero.

La tradizionale cerimonia di commemorazione delle vittime è iniziata alle 8.25 ora di New York (le 14.25 in Italia). La lettura dei nomi sarà interrotta da quattro momenti di silenzio, due per i momenti in cui gli aerei hanno colpito le Torri Gemelle e due per quelli in cui gli edifici sono crollati. Anche quest’anno ci sarà il Tribute in Light, il tributo in luce con due fasci di luce proiettati verso il cielo dalla forma delle Twin Towers. Le luci si accenderanno al tramonto dell’11 settembre e si spegneranno all’alba del 12.

A Washington, Donald Trump e la first lady Melania hanno osservato un minuto di silenzio nel giardino della Casa Bianca per ricordare le vittime degli attentati dell’11 settembre, nello stesso orario in cui avvennero gli attacchi alle Torri Gemelle (8.40 locali, le 14.40 in Italia). La coppia presidenziale parteciperà più tardi ad una cerimonia al memoriale del Pentagono che ricorda le persone rimaste uccise nell’attacco alla sede della difesa Usa. (Ansa)