Soldi a missioni mai fatte, sospesi dalla Polizia

Truffa aggravata ai danni dello Stato e falsità ideologica e materiale. Sono i reati contestati a due poliziotti.

polizia poliziotti truffa

Truffa aggravata ai danni dello Stato e falsità ideologica e materiale. Sono i reati contestati a due poliziotti, in servizio presso il ministero degli Interni, raggiunti da un provvedimento di sospensione dal servizio su richiesta della Procura di Roma.

I due sono accusati di aver attestato falsamente la partecipazione a missioni di ufficio della Polizia di Stato, mai effettuate e “inducendo, così, in errore il funzionario economo”.

Secondo quanto accertato dalla Digos i due, indagati con altri tre colleghi, avrebbero messo in atto questo sistema truffaldino dal 2015 al 2018 procurandosi illecitamente 400mila euro attraverso la compilazione di “fogli di viaggio in bianco” con le spese sostenute da restituire agli addetti dell’ufficio Trasferte.

Il gip di Roma Daniela Caramico D’Auria ha pure disposto il sequestro preventivo di circa 200mila euro ai cinque indagati. L’indagine è iniziata dopo alcune verifiche interne al dipartimento di pubblica sicurezza del ministero degli Interni. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.