Sea Watch a Lampedusa: arrestata la capitana, sbarcati i migranti

L'operazione è avvenuta nella notte ed è proseguita alle prime luci dell'alba. Prima l'attracco non autorizzato della nave dell'Ong, poi l'arresto della capitana Carola Rackete. Infine lo sbarco dei 40 migranti che, scendendo dall'imbarcazione, hanno ringraziato e salutato i volontari della Sea Watch.

sea watch a lampedusa

La Sea Watch, ferma da tre giorni al largo di Lampedusa, è entrata stanotte nel porto dell’isola. La capitana Carola Rackete ha deciso di procedere nonostante la mancanza di autorizzazioni da parte delle autorità. La nave è rimasta per qualche minuto all’esterno del porto, bloccata da una motovedetta della Gdf, e ora sta facendo manovra per avvicinarsi alla banchina. «Basta, dopo 16 giorni entriamo in porto», ha scritto la ong su Twitter.

La comandante è stata successivamente fermata dalla Guardia di Finanza, i militari sono saliti a bordo e l’hanno prelevata. Rackete è poi stata fatta salire su un’auto dei finanzieri ed è stata portata verso la caserma. L’accusa nei suoi confronti, secondo quanto si apprende, è violazione dell’Articolo 1100 del codice della navigazione: resistenza o violenza contro nave da guerra, un reato che prevede una pena dai tre ai 10 anni di reclusione.

Poco prima delle 6 è iniziato lo sbarco dei 40 migranti a bordo della Sea Watch. I primi quattro sono già saliti su uno dei mezzi che li trasferirà al centro di accoglienza sull’isola e le procedure di sbarco stanno proseguendo senza problemi. Prima di sbarcare dalla nave i migranti hanno salutato e abbracciato i volontari della ong che in queste due settimane li hanno assistiti. A bordo della nave ci sono anche gli uomini della Guardia di Finanza e della Polizia che stanno ponendo sotto sequestro l’imbarcazione.

Per la Sea Watch, con il dl Sicurezza bis, scatteranno il sequestro amministrativo e una sanzione pecuniaria da 20mila euro che, in caso non venisse pagata nei termini, potrà arrivare fino a 50mila euro. «Comportamento criminale della comandante della Sea Watch, che ha messo a rischio la vita degli agenti della Guardia di Finanza. Ha fatto tutto questo con dei parlamentari a bordo tra cui l’ex ministro dei trasporti: incredibile», ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.