Protocollo Miur-Anac su concorsi atenei

Il Protocollo, firmato oggi da Fioramonti e da Cantone, prevede un nuovo ufficio per vigilare sulla trasparenza e la regolarità del reclutamento accademico e un tavolo tecnico che elaborerà le Linee guida del Miur, dell'Anac e della Crui.

Lorenzo Fioramonti

Un nuovo ufficio che vigilerà sulla trasparenza e la regolarità del reclutamento accademico e un tavolo tecnico che elaborerà le nuove Linee guida dell’azione del Miur, dell’Anac e della Crui in materia di concorsi universitari.

Questi i principali strumenti che garantiranno il raggiungimento degli obiettivi del Protocollo d’intesa firmato presso il Salone dei Ministri del Miur, dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Lorenzo Fioramonti e dal Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone, alla presenza del Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, Professor Gaetano Manfredi.

«Circa un anno fa – ha detto Fioramonti – ho posto questo tema all’attenzione del dibattito politico italiano: la necessità di fare un passo avanti per garantire e rafforzare la trasparenza e la meritocrazia nel processo di reclutamento del sistema universitario italiano. Difendendo le buone pratiche assolutamente maggioritarie nel contesto accademico del Paese».