Manovra: 4550 emendamenti in commissione

Secondo quanto si apprende, questo il numero al quale ammontano gli emendamenti presentati dai gruppi parlamentari alla manovra in commissione Bilancio al Senato.

Secondo quanto si apprende, sono circa 4550 gli emendamenti presentati dai gruppi parlamentari alla manovra in commissione Bilancio al Senato. 230 quelli depositati in commissione Bilancio al Senato da Italia Viva, 900 dal Pd.

«Noi di Italia Viva diciamo due no, a quota 100 e alle tasse, e tanti sì: ai giovani, alle famiglie, al lavoro, alla sfida della sicurezza ambientale, all’equità sociale, allo sviluppo economico. Siamo per la parità delle generazioni oltre che di genere». Si sono espressi così i capigruppo di Iv Maria Elena Boschi e Davide Faraone. «La nostra principale “ossessione” è “no Tax”: gli emendamenti” propongono l’abolizione totale delle microtasse (plastic, sugar, auto aziendali ecc)».

Da fonti Dem si apprende invece di un emendamento a prima firma di Andrea Marcucci affinché l’imposta sulla sugar tax sia ridotta da 10 a 8 euro a ettolitro e da 0,25 euro a 0,20 euro per chilogrammo, per i prodotti da diluire. Inoltre, si chiede di far slittare l’imposta al primo febbraio. Proposta poi una plastic tax da 0,80 euro al chilo invece che da un euro e che esclude prodotti realizzati con materiale riciclato.

Tra le fila del M5S, un emendamento alla manovra a firma di Elio Lannutti chiede che la Chiesa cattolica paghi l’Imu sui suoi immobili adibiti a bar, ristoranti, alberghi e anche sugli ospedali. Nella proposta di modifica si chiede anche che la Chiesa paghi gli arretrati tra il 2006 e il 2012.

Critiche al presidente del consiglio conte arrivano invece da Matteo Salvini, durante una diretta Facebook. «Quel genio di Conte ha scritto ai parlamentari chiedendo di aiutarlo a tagliare le tasse che lui si è inventato. Siamo al surreale: abbiamo al governo pericolosi incapaci che prima si levano meglio è, non per ma per il Paese» afferma il leader della Lega. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.