Mafia, al Nord più operazioni sospette rispetto a Sud e Centro

Al Nord sono il 46,3%. Al Sud la percentuale è del 33,8% e al Centro del 18,7%.

Mafia al nord operazioni sospette

Le regioni del Nord primeggiano per la quantità di operazioni sospette delle mafie, con il 46,3%.

Al Sud la percentuale è del 33,8% e al Centro del 18,7%. È quanto emerge dall’ultima relazione della Dia.

Secondo il documento, «il maggior numero di operazioni finanziarie sospette di “interesse istituzionale”, emerse con riferimento alle regioni del Nord, può essere indicativo di una mafia liquida che investe in questa parte del Paese in maniera occulta, utilizzando per i propri scopi criminali delle teste di legno. Una mafia latente che potrebbe, in prospettiva, manifestarsi con caratteri più evidenti». (Ansa)