Ius Culturae: riprende esame ddl, protesta Fratelli d’Italia

Lo ha annunciato in Commissione affari costituzionali il presidente Giuseppe Brescia, che ha anche assunto il ruolo di relatore. Contro il decreto la raccolta firme promossa da Giorgia Meloni con Fratelli d’Italia in programma per tutto il weekend.

La Commissione Affari costituzionali della Camera ha ripreso formalmente l’esame del ddl sullo ius culturae, iniziato il 24 ottobre 2018 e subito sospeso. Lo ha annunciato in Commissione il presidente Giuseppe Brescia, che ha anche assunto il ruolo di relatore, in sostituzione di Roberto Speranza, ora ministro. L’esame riprenderà con le audizioni di Anci e Unicef.

In risposta Fratelli d’Italia organizza una raccolta firme contro lo ius culturae, provvedimento che il gruppo vede del tutto equivalente allo ius soli. Oggi il Presidente Giorgia Meloni era al gazebo allestito davanti il Palazzo di Montecitorio per lanciare la campagna che proseguirà nel week end con oltre 200 gazebo nelle maggiori città italiane.

La cittadinanza non si regala. No alla legge Boldrini. Firma anche tu per dire no allo ius soli”: queste le parole d’ordine della raccolta di firme. (Ansa)