Frase su gay, Cannata indagato per istigazione

Avviso di garanzia per il vicepresidente del Consiglio comunale di Vercelli, che nei giorni scorsi aveva incitato su Facebook ad «ammazzare tutti i gay e le lesbiche».

cannata frase gay

La Procura di Vercelli ha iscritto nel registro degli indagati Giuseppe Cannata, vicepresidente del Consiglio comunale di Vercelli. È accusato di istigazione a delinquere, aggravata dalla commissione di aver commesso il fatto attraverso strumenti informatici e telematici.

«E questi schifosi continuano imperterriti. Ammazzateli tutti ste lesbiche, gay e pedofili», la frase scritta su Facebook da Cannata che, dopo le polemiche per le sue parole, si è autosospeso dal gruppo di Fratelli d’Italia.

L’avviso di garanzia è già stato notificato a Cannata, nei confronti del quale è stata eseguita anche una perquisizione, personale e informatica. L’attività – precisa la Procura di Vercelli – ha consentito di attribuire “inequivocabilmente” a Cannata la responsabilità del post incriminato. (Ansa)