Fondi russi, emergono foto dell’accordo

Salvini: «Nè io nè qualcuno della Lega ha visto o chiesto niente».

fondi russi accordo

Una foto del pezzo di carta con i dettagli dell’accordo raggiunto tra i partecipanti all’incontro avvenuto all’hotel Metropol di Mosca il 18 ottobre del 2018: è quanto ha trovato la Procura di Milano nei cellulari di Gianluca Savoini, Gianluca Meranda e Francesco Vannucci, i tre italiani indagati per corruzione internazionale nel cosiddetto Russiagate. Lo riportano Repubblica e Il Fatto Quotidiano.

Nell’analisi sui telefonini sequestrati, è stata trovata la foto di un foglio sul quale sono appuntate le percentuali da dividere tra la Lega (4%) e gli intermediari russi (6%) nella compravendita di una partita di gasolio del valore di un miliardo e mezzo.

La foto, che sarebbe stata scattata da Meranda, è stata poi spedita a Savoini e Vannucci. Per il procuratore aggiunto Fabio De Pasquale e i pm Sergio Spadaro e Gaetano Ruta, scrive Repubblica, è questa la prova che quella mattina al Metropol l’accordo è stato perfezionato.

Sulle foto trovate dalla Procura si è detto “scettico” il leader della Lega, Matteo Salvini: «Non c’è un dollaro, una lira, un fiorino, un rublo. Io non ho mai visto o chiesto niente e nessuno della Lega ha visto o chiesto niente. Possono fare e pubblicare tutti i disegnini che vogliono. Aspettiamo che chiuda l’inchiesta che va avanti da un anno. Parliamo di cose serie, questa non è una cosa seria», ha detto Salvini al Senato. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.