Ecco chi va con Renzi in “Italia Viva”

Nati i gruppi di Italia Viva in Parlamento. Aderiscono alla formazione di Renzi 15 senatori e 26 deputati.

Matteo Renzi Italia Viva

In Parlamento sono nati i gruppi di Italia Viva, la formazione di Matteo Renzi. Al Senato ne fanno parte 15 parlamentari: oltre a Riccardo Nencini (Psi) – che ha messo a disposizione il simbolo per permettere la nascita del gruppo – c’è l’azzurra Donatella Conzatti. Gli altri vengono dal Pd: Matteo Renzi, Davide Faraone, Giuseppe Luigi Cucca, Laura Garavini, Eugenio Comincini, Leonardo Grimani, Mauro Marini, Daniela Sbrollini, Ernesto Magorno, Francesco Bonifazi, Teresa Bellanova, Valeria Sudano, Nadia Ginetti.

Alla Camera il gruppo è composto da 26 deputati: Luca Nobili, Matteo Colaninno, Lisa Noja, Silvia Fregolent, Gianfraco Librandi, Michele Anzaldi, Massimo Ungaro, Raffaella Paita, Marco Di Maio, Maria Elena Boschi, Ettore Rosato, Nicola Carè, Gabrile Toccafondi, Cosimo Ferri, Roberto Giachetti, Maria Chiara Gadda, Lucia Annibali, Sara Moretto, Mauro Del Barba, Luigi Marattin, Mattia Mor, Camillo D’Alessandro, Gennaro Migliore, Vito De Filippo, Ivan Scalfarotto e Giacomo Portas.

L’attacco di Salvini

«Renzi è senza vergogna. Io non sarei in grado di fare quello che ha fatto lui. Magari è un mio limite. Si è portato a casa ministri, viceministri e sottosegretari e il giorno dopo è uscito dal partito che gli ha dato i ministri e ne ha fondato un altro: io un pelo su stomaco e una faccia di bronzo così non ce l’ho». Così il leader della Lega Matteo Salvini intervenuto nel programma ‘Un giorno speciale’ su Radio Radio e Radio Radio Tv.

«Per me l’onore di andare a testa alta vale diciotto ministeri – ha aggiunto – Se gli italiani vorranno tornerò a fare il ministro ma passando per le elezioni. Renzi ha detto che girerà l’Italia per far la guerra a Salvini – ha proseguito l’ex ministro – Franceschini ha detto che ha l’incubo di Salvini. Conte che sono pericoloso. Grillo ne ha dette di ogni… Stamattina però mi hanno girato un sondaggio di Rai Tre per cui la Lega è primo partito con il 33 per cento e Salvini, nonostante sia stato massacrato, è più amato perfino di Conte».

L’affondo di Di Battista

«Il governo c’è e ai miei ex-colleghi, ai quali voglio bene anche quando non sono d’accordo con loro dico: Non vi fidate! Non vi fidate del Pd derenzizzato, ripeto, Renzi ci ha lasciato dentro decine di ‘pali’». Lo scrive Alessandro Di Battista in un lungo post su Bacebook.

Beatrice Lorenzin entra nel Pd

«Sono molto contento dell’iscrizione al Pd di Beatrice Lorenzin che proviene e rappresenta culture politiche moderate e riformiste. Benvenuta e grazie. Una scelta che fa del Pd partito sempre più forte, plurale, aperto e inclusivo». Così in una nota il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.